Lecce

19:00 — 22:00

Light Up - Associazione di Promozione Sociale

Barbara Palazzo
Mastria Rosanna
Angela Fiore

Green lab: materiali alternativi a partire da fonti naturali


Gioco di Ricerca   Bambini

Monastero degli Olivetani

Evento su prenotazione
20-25 posti disponibili. Per info: angela.fiore@unisalento.it


L’associazione Light Up propone il percorso ” Green Lab: Materiali alternativi da fonti naturali”, in cui i piccoli scienziati verranno accompagnati alla scoperta di temi attuali quali quelli del riciclo e della sintesi di materiali ecocompatibili. In tal modo i ragazzi potranno testare il potere che la scienza offre nel combattere la minaccia dell’inquinamento.

English text

Green lab: unconventional materials from natural sources

“Light Up” proposes the activity “Green lab: unconventional materials from natural sources”. This journey will captivate the young scientists in topics such as the recycle and the synthesis of ecocompatible materials. In this way students will be able to experiment the power of science in fighting the threat of pollution.


18:00 — 24:00

ADI

Matteo Maria Maglio

ADI: chi siamo?


Stand di Ricerca   Per tutti

Monastero degli Olivetani


L’ADI è l’associazione che rappresenta e tutela i dottorandi, gli assegnisti di ricerca e i giovani ricercatori e lavora per dare più valore al titolo di Dottore di Ricerca. Tramite dei poster e dei quiz esporremo le varie figure del mondo della ricerca.

English text

ADI: who are we?

ADI is an association that represents and safeguards the Phd students, Postdocs and young researchers, and it works for giving more value to the PhD. Using posters and quizzes, we will explain the different figures in the research field.


18:00 — 24:00

CNR-IMM (Istituto per la Microelettronica e Microsistemi)

Antonietta Taurino

Scenari comuni fra microscopia elettronica e vita di tutti i giorni


Stand di Ricerca   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Realizzazione di uno spazio espositivo nel quale si mostri la straordinaria somiglianza fra immagini e diffrazioni dell’infinitamente piccolo con elementi ed artefatti della vita di tutti i giorni

English text

Common plots in electron microscopy and everyday experience

Exhibition area where to display the amazing similarity between electron microscopy images and diffractions and elements and artworks of everyday life


18:00 — 24:00

CNR-IMM (Istituto per la Microelettronica e Microsistemi)

Luca Francioso

Sensoristica e innovazione: idee, ricerca e applicazioni


Stand di Ricerca Open desk - Discuti la tua idea   Adulti Professionisti/Aziende

Monastero degli Olivetani


L’attività prevede uno spazio di incontro e discussione di ricercatori con imprenditori, start-up, inventori e pubbliche amministrazioni che desiderano scoprire quale può essere il valore aggiunto per l’impresa e la società nella convergenza di nuove idee con le potenzialità e l’inventiva della ricerca salentina.

English text

IdeaRe: when the idea discovers the research

The activity provides an open desk and discussion space for researchers with entrepreneurs, start-ups, inventors and public entities who want to discover the added value for the companies and citizens in the convergence of new innovative ideas with the potential of apulian research.


18:00 — 24:00

CNR-IMM (Istituto per la Microelettronica e Microsistemi)

Lucia Giampetruzzi
Luca Francioso

Human On chip - Il Futuro della Medicina Personalizzata


Ricerca applicate e prototipo   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Un Organ-On-Chip è un sistema microfisiologico in cui, mimando le interazioni tra cellule differenti su un chip con supporto microfluidico è possibile riprodurre organi o tessuti costituiti da tipi cellulari diversi. E’ importante riprodurre il sistema scelto in vivo, garantendo gli stimoli chimici e meccanici adeguati e monitorando in tempo reale i processi cellulari, biochimici e fisiologici. In futuro, sfruttando tali piattaforme con cellule di singoli individui, si potrà arrivare alla comprensione più chiara di una malattia e a una cura su misura, favorendo una medicina di precisione e personalizzata per ogni paziente.

English text

Human On chip - The Future of Personalized Medicine

An Organ-On-Chip is a microphysiological system in which mimicking the interactions between different cells on a microfluidic chip, it is possible to reproduce organs or tissues made by different cell lines. It is important to recreate the in vivo environment, providing chemical and mechanical stimuli, monitoring in real-time the cellular, biochemical and physiological processes. In the future, these platforms with cells derived from tissues of the patients, will provide a better comprehension of the diseases, contribuiting to a precision and personalized medicine for the single individual.


20:00 — 23:00

CNR-IMM (Istituto per la Microelettronica e Microsistemi)

Paola Prete

Crescita di cristalli: dai macro ai nano-cristalli


Stand di Ricerca   Per tutti

Monastero degli Olivetani


I cristalli, sono alcune delle strutture più diffuse in natura, e sono alla base delle moderne tecnologie, dall’elettronica all’optoelettronica, alla sensistica ed energetica.

English text

Crystal growth: from macro to nano-crystals

Crystals are widespread structures in nature, but they are also fundamental materials for modern technologies, from electronics to optoelectronics, from sensor to energy sector


18:00 — 24:00

CNR-IMM (Istituto per la Microelettronica e Microsistemi)

Roberto Rella

Nanoplasmonica e biosensori


Stand di Ricerca   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Sebbene sia già stata usata in tempi antichi (Romani), solo ora i principi della nanoplasmonica sono stati ben compresi in modo tale da consentirci di beneficiare ampiamente di questa conoscenza, non solo nell’arte, ma anche in campi quali la biomedicina e il monitoraggio ambientale.

English text

Nanoplasmonics and biosensors

Although it has already been used in ancient times (Roman’s time), only now have the principles of nanoplasmonics been understood well enough at the physical level for us to widely benefit from this knowledge, not only in art, but also in fields of biomedicine, sensing or detecting.


18:00 — 24:00

CNR-IMM (Istituto per la Microelettronica e Microsistemi)

Maria Assunta Signore
Valentina Longo
Chiara De Pascali

Piccolo scienziato per una notte: la magia della scienza


Stand di Ricerca Esperimenti per tutti   Bambini

Monastero degli Olivetani

Evento riservato alle scuole
6-8 anni (scuola primaria primo ciclo)


I bambini verranno accompagnati in un viaggio nel mondo della Fisica, della Chimica e della Biologia attraverso il loro coinvolgimento in divertenti esperimenti scientifici mirati ad appassionarli al mondo della ricerca e della scienza in generale. La luce, il colore, l’energia, il movimento, le leggi che governano le reazioni chimiche e tanto altro saranno protagonisti delle attività. Il gioco sarà la parola d’ordine…imparare giocando e trovare nel gioco, che si riveste di “magia”, la risposta a tutte le curiosità proprie dei bambini in tenera età, capaci di apprendere con facilità, in modo spontaneo e giocoso, senza inibizioni

English text

A little scientist for one night: the magic of science

The children will be accompanied in a journey across the world of Physics, Chemistry and Biology through their involvement in fun scientific experiments aimed to captivating them in the world of research and science. Light, color, energy, movement, fundamental laws of chemical reactions and so much more, will be the protagonists of the activities. The game will be the keyword … learn playing and find the answer to all the curiosities of children, who are able to learn easily, in spontaneous and playful manner, without any inhibitions, in the game, which is dressed in “magic”.


18:00 — 24:00

CNR-IMM, CNR-IFC, CNR-IRPPS

Saverio Sabina (IFC)
Carlo Leo (IFC)
Pierpaolo Mincarone (IRPPS)
Simonetta Capone (IMM)
Antonio Vincenzo Radogna (IMM)
Nicola Fiore (Dedalo Solutions srl)
Giuseppina Anna Di Lauro (Dedalo Solutions srl)
Massimo Pistoia (Eresults srl)
Eugenio Sabato (Pneumologia Osp. Perrino Brindisi)

Analizzatore dell'espirato per monitoraggio di pazienti sottoposti a ventiloterapia domiciliare


Ricerca applicate e prototipo   Per tutti

Monastero degli Olivetani


In questa attività, un dispositivo prototipale (“Smart Breath Analyzer” – “Analizzatore dell’espirato”), sarà presentato in una dimostrazione della sua funzionalità. Il prototipo, sviluppato all’interno di un progetto regionale CLUSTER ReSPIRO, è dedicato al tele-monitoraggio dell’aria espirata nei pazienti affetti da malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO) e domiciliare mediante ventilazione meccanica. Il dispositivo basato su sensori consente il monitoraggio remoto di un paziente durante una sessione di ventilazione e trasmette i segnali monitorati all’unità di servizio sanitario tramite comunicazione TCP / IP tramite una piattaforma cloud remota. Lo scopo è quello di verificare continuamente l’efficacia della terapia e / o qualsiasi stato di esacerbazione della malattia che richiede assistenza sanitaria.

English text

A Smart Breath Analyser for monitoring home

In this activity a prototype, a Smart Breath Analyzer device, will be presented in a demonstration of its functionality. The prototype was developed inside a regional project CLUSTER ReSPIRO. The device is devoted to the tele-monitoring of exhaled air in patients suffering Chronic Obstructive Pulmonary disease (COPD) and home-assisted by mechanical ventilation. The device based on sensors allows remote monitoring of a patient during a ventilotherapy session, and transmit the monitored signals to health service unit by TCP/IP communication through a cloud remote platform. The aim is to check continuously the effectiveness of therapy and/or any state of exacerbation of the disease requiring healthcare.


18:00 — 24:00

CNR-ISAC (Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima)

Eva Merico
Marianna Conte
Adelaide Dinoi
Paolo Martano
Daniele Contini

Le attività dell'Osservatorio Climatico-Ambientale (ECO) di ISAC-CNR a Lecce


Stand di Ricerca Esperimenti per tutti   Per tutti Studenti

Monastero degli Olivetani


Presentazione delle attività svolte presso ISAC-CNR Lecce attraverso poster e dimostrazioni pratiche di campionamento di particolato atmosferico e misura di parametri meteorologici

English text

Activities of the Environmental-Climate Observatory (ECO) of ISAC-CNR Lecce

Presentation of ISAC-CNR Lecce activities by posters and practical demonstrations of particulate matter and meteorological parameter measurements


18:00 — 24:00

CNR-ISAC (Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima)

Piera Ielpo

X Med-Dry: una Rete di Misura nel Bacino del Mediterraneo per il Monitoraggio delle Deposizioni Secche


Stand di Ricerca   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Sarà illustrato il metodo di campionamento delle deposizioni secche e la rete di misura X Med Dry.


18:00 — 24:00

CNR-ISASI & UniSalento - Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo

Cosimo Distante

Riconoscimento volti e determinazione di parametri demografici (sesso ed età)


Ricerca applicate e prototipo   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Metodi di Deep Learning per il riconoscimento dei volti, attualmente in uso presso il Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero degli Interni per le attività di sicurezza. Sono inoltre stimati sesso ed età da descrittori facciali

English text

Face recognition and demographic attributes estimation (gender and age)

Deep learning methods developed at ISASI CNR for face recognition that are used by the italian police and the estimation of demographic attributes of the acquired face: age and gender


18:00 — 24:00

CNR-ISASI (Istituto di scienze applicate e sistemi intelligenti)

Cosimo Distante

AI for precision agricolture


Ricerca applicate e prototipo   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Sarà esposto un drone DJI Matrice 600 con telecamera multispettrale e mostrate le tecniche di deep learning utilizzate per il riconoscimento di alberi, indici di vegetazione

English text

AI for precision agricolture

There will be a UAV DJI Matrice600 with its smart payload and a monitor that shows 3D reconstruction (for biovolume estimation), Artificial intelligence techniques for the detection and classification of trees


18:00 — 24:00

CNR-ISASI (Istituto di scienze applicate e sistemi intelligenti)

Cosimo Distante

Melanoma recognition


Ricerca applicate e prototipo   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Risultati del challenge a cui ha partecipato ISASI con lo sviluppo di una convolutional neural network per l’analisi di immagini dermoscopiche al fine di classificare e segmentare il melanoma della pelle. Un valido strumento di ausilio per gli esperti e per l’impiego su dispositivi portatili (smartphone) e di basso costo

English text

Melanoma recognition

Results of the world challenge in which ISASI participated with the development of a convolutional neural network for the analysis of dermoscopic images in order to classify and segment skin lesion A valid tool to make more accurate diagnosis with low cost device such as a smartphones with an add-on device to acquire dermoscopic images


18:00 — 24:00

CNR-ISASI (Istituto di scienze applicate e sistemi intelligenti)

Cosimo Distante

Intelligenza artificiale per l'autismo


Ricerca applicate e prototipo   Per tutti

Monastero degli Olivetani


I dispositivi di valutazione oggettiva dell’interazione sociale di soggetti autistici. Robot umanoidi e telecamere in grado di stimolare l’interazione e misurare l’espressione facciale attraverso l’analisi delle contrazioni e distensioni dei muscoli facciali per la stima delle facial action unit (precursori delle emozioni), stimare lo sguardo (aggancio oculare) del bambino durante una sessione di analisi di riproduzione delle emozioni

English text

AI for autism

AI devices for ecological evaluation of the social interaction of autistic children. Humanoid robots and smart cameras that can stimulate interaction and measure reproduction of facial expressions through the analysis of facial action units (basis elements before estimating emotions evaluated on 68 facial landmarks), estimating the gaze (joint attention) of the child during a session with the aim to evluate emotion reproduction


20:00 — 24:00

CNR-Nanotec-Lecce

Clara Piccirillo

HApECOrk: L’uso del sughero nella preparazione di materiali


Stand di Ricerca   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Il sughero è un materiale con una struttura tridimensionale particolare (a nido d’ape); il sughero può quindi essere usato per preparare materiali che abbiano la stessa struttura e proprietà funzionali avanzate.

English text

HApECOrk: The use of cork for materials preparation

Cork is a material with a particular tridimensional structure (honeycomb); it can therefore be used to prepare materials with the same structure and with advanced functional properties.


18:00 — 24:00

CNR-Nanotec-Lecce

Clara Piccirillo

RECOVER: Dalle spine a materiali biomedicali


Stand di Ricerca   Per tutti

Monastero degli Olivetani


È possibile valorizzare i sottoprodotti alimentari estraendone composti ad elevato valore aggiunto, con applicazioni biomediche, farmaceutiche, etc. Il progetto RECOVER si inserisce in questa linea e studia la conversione delle spine di pesce in materiali usati per protesi ossee.

English text

RECOVER: From fish bones to biomedical materials

It is possible to valorise food industry by-products, by extracting high added value compounds, with applications in biomedicine, pharmaceutics, etc. As part of this research line, project RECOVER studies the conversion of fish bones into materials used for bone replacement.


18:00 — 24:00

CNR-Nanotec-Lecce

Mariachiara Manoccio
Vittorianna Tasco
Marco Esposito
Iolena Tarantini
Massimo Cuscunà
Adriana Passaseo

Chiralità: un nanomondo allo specchio


Stand di Ricerca   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Un oggetto chirale è per definizione un oggetto che non può essere sovrapponibile con la sua immagine speculare. Molti elementi in natura possiedono questa proprietà, molte molecole e biomolecole, le nostre mani, la nostra immagine allo specchio.
L’impatto che la chiralità delle molecole possiede nello studio sull’origine della vita è ad oggi difficile da comprendere. In natura esistono migliaia di molecole di questo tipo, i cosiddetti enantiomeri e, in tutti i casi, nonostante la loro composizione chimica sia la stessa la loro funzione è completamente diversa. Spesso, la natura, gli organismi viventi preferiscono usare un enantiometro piuttosto che il suo corrispondente.
Il nostro gruppo di ricerca ingegnerizza, tramite tecniche di nanofabbricazione ad altissima risoluzione, nuovi materiali artificiali che presentano questa proprietà geometrica alla nanoscala. Essi sono in grado di dare luogo a particolari effetti ottici quando interagiscono con la luce. Le applicazioni sono tantissime e ricoprono vari campi come ad esempio fotonica, ottica, microfluidica, genomica, medicina. L’impiego di questi materiali innovativi cambierà la visione del mondo e l’approccio alle nuove tecnologie.

English text

Chirality: a nanoworld looking at the mirror

A chiral object is by definition an object that cannot be superimposed on its mirror image. Several elements in Nature have this property, molecules, our hands, our mirror image. Nowadays, the impact of the chirality of molecules has on the study of the origin of life is difficult to understand. In nature there are thousands of molecules of this type, the so-called enantiomers. In all cases, although the enantiomers chemical composition is the same their function is completely different. Often, nature, living organisms prefer to use an enantiometer rather than its correspondent. Our research group uses very high resolution nanofabrication techniques to engineer new artificial materials that have this geometric property at the nanoscale. They are able to give rise to particular optical effects when they interact with light. The applications are countless and cover various fields such as photonics, optics, microfluidics, genomics, medicine. The use of these innovative materials will change the world view and the approach to new technologies.


18:00 — 24:00

CMCC

Sandro Fiore
Giovanni Coppini

Cronache del mondo che verrà. Scienza, dati, servizi, cambiamenti climatici


Stand di Ricerca Esperimenti per tutti Presentazione di progetti e supporto   Per tutti

Monastero degli Olivetani


I cambiamenti climatici rappresentano una delle sfide più complesse per il mondo che verrà. Dalla nostra capacità di prevedere in che modo il clima interagirà con i sistemi socio-economici, come le nostre società sapranno reagire agli impatti prodotti dai cambiamenti del clima o come sapremo limitare gli effetti negativi, dipende il modo in cui siamo capaci oggi di compiere scelte che avranno grande influenza sul nostro domani e sul mondo che verrà tra qualche decennio. La Fondazione CMCC mette a disposizione la conoscenza prodotta attraverso la sua infrastruttura informatica (tra le più importanti in Europa) con sede nel campus di Lecce, i dati processati attraverso i suoi super computer, i modelli previsionali, le abilità del Laboratorio di Oceanografia Operativa, che produce servizi per chiunque viva la passione per il mare. Dall’attività scientifica una serie di applicazioni digitali che consentono di toccare con mano come la ricerca scientifica d’avanguardia produca benefici per la società.

English text

Stories from the world to come: Science, data, services, climate change

Climate change is one of the most complex challenges of the future world. The way we will be able to take key decisions on our future and on the world as it will be in few decades depends on our current capacity of predicting how climate will interact with socio-economic systems and how our societies will cope with climate change impacts or how we will manage to limit its negative effects. Fondazione CMCC makes available the knowledge produced through its ITC structure (among the most important ones in Europe) hosted in the Lecce campus, the processing data generated by its super computer, the forecast models, the capacities of the Lab of Operational Oceanography, which produces services for all users of the sea. Different IT science-based applications allow to get to know in details this cutting-edge scientific research that produces benefits for all human society.


18:00 — 24:00

IIT-CBN (Center for Biomolecular Nanotechnologies)

Barbara Spagnolo
Massimo De Vittorio

Meccanobiologia: cellule normali e tumorali in ambienti 3D


Stand di Ricerca Esperimenti per tutti   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Lo studio dei meccanismi alla base del comportamento cellulare riveste grande importanza, soprattutto perchè le cellule non sono elementi statici ma, anzi, altamente dinamici. Sono infatti in costante movimento ed in contatto sia con altre cellule che con l’ambiente che le circonda, subendo ed esercitando forze.
Quando alcuni di questi meccanismi vengono deregolati, alcune cellule possono iniziare ad avere comportamenti peculiari che sono coinvolti, per esempio, nella formazione e propagazione dei tumori. Comprendere come le cellule “sentono” gli stimoli meccanici e analizzare quali meccanismi mettono in atto per “rispondere” ad essi è compito di un campo scientifico che combina fisica e biologia: la meccanobiologia.

English text

Mechanobiology: 3D environments for studying normal and tumor cells

Cells are highly dynamic elements: they constanly need to move, deforme and contact the external environment as well as the neighbouring cells and this causes metabolic responses and structural rearrangments as a result of the applied and experienced forces.
There is a specific and newborn scientific field aiming to understand cell dynamics and it is called MECHANOBIOLOGY. The main aspect mechanobiology focuses on, is the understanding of how cells ‘sense’ the external environment and which are the sub-cellular structures responsible for structural rearrangments. This is of particular interest in the understanding of both physiological and pathological cell behaviour (i.e. tumor formation and propagation).


18:00 — 24:00

IIT-CBN (Center for Biomolecular Nanotechnologies)

Leonardo Lamanna
Elisa Sciurti
Francesco Rizzi
Massimo De Vittorio

Tecnologie indossabili e edibili


Stand di Ricerca Esperimenti per tutti   Per tutti Bambini Studenti

Monastero degli Olivetani


L’attività mostra alcune semplici tecniche di preparazione di Idrogel Commestibili in cui inserire dispositivi per l’esplorazione del tratto gastrointestinale.

English text

Wearable and edible technologies

The activity shows simple preparation techniques for Edible Hydrogels where inserting devices for the exploration of the gastrointestinal tract.


18:00 — 24:00

IIT-CBN (Center for Biomolecular Nanotechnologies)

Massimo Mariello
Francesco Guido
Vincenzo Mastronardi
Francesco Rizzi
Massimo De Vittorio

Progetto “Marine Energy”: Alghe artificiali piezoelettriche per recuperare l’energia meccanica dei moti marini.


Stand di Ricerca Esperimenti per tutti Ricerca applicate e prototipo   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Le proprietà elettriche di materiali flessibili e piezoelettrici permette di realizzare alghe artificiali che generano energia con il moto marino. Un piccolo acquario dimostrerà il loro funzionamento.

English text

“Marine Energy” Project: Piezoelectric artificial seaweed for harvesting mechanical energy of marine motions.

The electrical properties of flexible and piezoelectric materials make it possible to create artificial seaweed that generates energy with marine motion. A small aquarium will demonstrate how artificial seaweeds work.


18:00 — 24:00

IIT-CBN (Center for Biomolecular Nanotechnologies)

Ritamaria Carpegna
Vito Maggi
Vincenzo Mangini
Roberto Fiammengo

Sintesi di nanoparticelle di oro e argento


Stand di Ricerca Esperimenti per tutti   Per tutti

Monastero degli Olivetani

Evento su prenotazione
Info email: francesco.rizzi@iit.it


Un materiale si presenta sotto forma di nanoparticelle quando è finemente suddiviso in parti la cui dimensione varia nell’intervallo fra 1 e qualche centinaio di nanometri (1 nanometro equivale ad 1 milionesimo di millimetro). Sono proprio queste dimensioni piccolissime che conferiscono alle nanoparticelle proprietà fisiche speciali che il materiale di cui sono fatte non mostra quando è in forma macroscopica.
La nostra attività vuole presentare al pubblico nanoparticelle di oro e di argento in soluzione acquosa, che appaiono vivacemente colorate (rosso e giallo) in virtù della loro interazione con la luce. L’attività prevede la preparazione delle particelle partendo dai sali dei metalli e da citrato di sodio. Inoltre presenteremo la possibilità di modificare la superficie delle nanoparticelle per applicazioni biomediche mostrando dei gel di agarosio con nanoparticelle di oro e un test di gravidanza commerciale.

English text

Synthesis of gold and silver nanoparticles

Nanoparticles are extremely small parts of a material whose dimensions range in the interval between 1 and a few hundred nanometers (1 nanometer corresponds to 1 millionth of a millimeter). Because of their tiny dimensions, nanoparticles possess special physical properties that the bulk material they are made of does not show.
Our activity will present to the public gold and silver nanoparticles in aqueous solution, with their bright red and yellow color due to the interaction with light. The activity includes the preparation of the nanoparticles starting from the corresponding metal salts and sodium citrate. Furthermore, we will introduce the concept of nanoparticle surface modification for biomedical applications showing agarose gels with gold nanoparticles and a commercial pregnancy test.


18:00 — 24:00

INFN sezione di Lecce

Roberto Assiro, Laura Chirivì, Alessandro Corvaglia, Edoardo Gorini, Francesco G. Gravili, Matteo Greco, Luigi Longo, Alessandro Miccoli, Carlo Pinto, Margherita Primavera, Andrea Ventura

Rivelatori per tutti


Stand di Ricerca Esperimenti per tutti Ricerca applicate e prototipo   Studenti

Monastero degli Olivetani

Evento su prenotazione
Info email: edoardo.gorini@le.infn.it

Evento riservato alle scuole
15-19 (scuola secondaria di secondo grado)


Ci si propone di far costruire, a degli studenti delle superiori, in un tempo che varia fra le 2 e le 4 ore, dei veri Rivelatori di Particelle, efficienti ma economici, compatti e portatili.

English text

Detectors for All

The aim is to let high school students build by themselves, in a time ranging from 2 to 4 hours, a Real Particle Detector, efficient but still economic, small and portable.


18:00 — 24:00

INFN sezione di Lecce

Giorgio Accoto
Dinos Bachas
Gabriele Chiodini
Massimo Corrado
Federica Oliva
Marco Pepe
Carlo Pinto
Stefania Spagnolo

Particelle nella nebbia


Stand di Ricerca Esperimenti per tutti   Per tutti

Monastero degli Olivetani

Evento riservato alle scuole
12-14 (scuola secondaria di primo grado)


L’attività consiste di due fasi:
1)preparazione di una camera a nebbia “fatta in casa”
impiegando una vaschetta di plastica, alcool isopropilico e ghiaccio secco,
2)osservazione in tempo reale dei raggi cosmici e delle traiettorie di particelle emesse in decadimenti radioattivi con lo strumento realizzato.

English text

Particles in the fog

The activity consists of two phases:
1) preparation of a “homemade” fog chamber
using a plastic tray, isopropyl alcohol and dry ice,
2) real-time observation of cosmic rays and trajectories of particles emitted in radioactive decay with the instrument.


18:00 — 24:00

INFN sezione di Lecce

Gruppo di Fisica Astroparticellare INFN (Roberto Assiro,Paolo Bernardini, Carla Bleve, Gabriella Cataldi, Maria Rita Coluccia, Fabio Convenga, Antonio De Benedittis, Margherita Di Santo,Giuseppe Fiore, Angelo Innocente, Alessandro Miccoli, Giovanni Mancarella, Giovanni Marsella, Daniele Martello, Achille A. Nucita, Marco Panareo, Maria Paola Panetta, Lorenzo Perrone, Carlo Pinto, Federico Santoro, Pierpaolo Savina, Antonio Surdo)

I Raggi Cosmici, messaggeri dell'Universo


Stand di Ricerca Esperimenti per tutti   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Alla scoperta dei raggi cosmici con due rivelatori di raggi cosmici che permettono di misurare in tempo reale il numero di raggi cosmici per unità di tempo.
Come si costruisce un rivelatore di raggi cosmici? Il più grande rivelatore di raggi cosmici mai realizzato dall’uomo è attualmente in costruzione presso la sede dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Lecce. Parti e immagini dai laboratori.

English text

Cosmic Ray, the messengers of the Universe

A trip in the universe of the cosmic rays with two detectors that measure the number of cosmic rays per time unit.
How to make a cosmic rays detector? The largest detector of cosmic rays ever realized by humans is in construction in the laboratories of the Istituto Nazionale di Fisica Nucleare of Lecce. Parts and images from the lab.


18:00 — 24:00

INFN sezione di Lecce

Gruppo RADIOLAB Lecce: (Giovanni Buccolieri, Anna Paola Caricato, Maria Luisa De Giorgi, Manuel Fernandez, Maurizio Martino, Fabio Paladini, Andrea Ventura)

Il gas radon: cos'è e come si misura


Stand di Ricerca   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Il progetto RadioLab punta a far diffondere nel pubblico generale un’approfondita conoscenza del gas radon e della sua determinazione, attraverso presentazioni, dibattiti e attività formative per studenti delle Scuole Secondarie. Ai visitatori verrà proposto un questionario per verificare la conoscenza dei rischi legati al radon.

English text

Radon gas: what is it and how is it measured

The RadioLab project aims at diffusing in the general public a deeper knowledge on the radon gas and its determination, by means of presentations, debates and training activities for High School students. Visitors will be offered a questionnaire to check their knowledge about the risks related to radon.


18:00 — 24:00

Dipartimento di Ingegneria dell'Innovazione

Angelo Corallo

CORE Lab: Progetti di innovazione


Stand di Ricerca Presentazione di progetti e supporto   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Core Lab è una comunità di ricerca formata da donne e uomini, esperti di diverse discipline, impegnati quotidianamente nella ricerca di soluzioni tecnologiche innovative da porre al servizio delle realtà civili, sociali ed industriali. Lo scopo viene raggiunto attraverso un approccio interdisciplinare atipico, imperniato sul dialogo e l’ascolto reciproco, nell’ottica di una contaminazione continua tra saperi diversi. Il costante lavoro di gruppo consente di affrontare le sfide dell’innovazione garantendo risposte efficienti ai bisogni specifici del mercato e della ricerca, con l’aspirazione di abilitare e guidare processi di innovazione tecnica e sociale.

English text

CORE LAB: innovation Projects

Core Lab is a research community consisting of women and men, experts in different fields, engaged in the daily task of finding innovative solutions to be put to the service of civil, social and industrial entities. The aim is achieved through an interdisciplinary perspective based on the effective dialogue and the listenining to each other, with a view to a constant contamination between disciplines. The constant team effort allow to address innovation, ensuring effective responses to the specific needs of the market and the research with the inspiration to drive socio-technical innovation processes.


18:00 — 24:00

Dipartimento di Ingegneria dell'Innovazione

Antonio Paolo Carlucci

Salento Racing Team: progettazione e realizzazione di una monoposto di Formula SAE


Stand di Ricerca Gioco di Ricerca Ricerca applicate e prototipo   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Il Salento Racing Team, gruppo corse dell’Università del Salento, presenterà il suo pluriennale progetto, esporrà la monoposto SRT16 e farà provare al pubblico il simulatore SRT-V.

English text

Salento Racing Team: design and manufacture of a Formula SAE’s single-seater

Salento Racing Team, the formula student Team from University of Salento, will introduce its long-time project, will showcase the SRT16 and will give free trials of the simulator SRT-V.


18:00 — 24:00

Dipartimento di Matematica e Fisica "Ennio de Giorgi"

Giampaolo Co'

Presentazione di "Ithaca-Viaggio nella Scienza", giornale di divulgazione scientifica


Muro/Libro dei commenti   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Presentation of “Ithaca-Viaggio nella Scienza”

English text

Presentation of "Ithaca-Viaggio nella Scienza"

We present the activity of the popular science journal “Ithaca-Viaggio nella Scienza”


10:00 — 20:00

Dipartimento di Matematica e Fisica "Ennio de Giorgi"

Maria Rita Perrone
Salvatore Romano

L'Infrastruttura di Ricerca ACTRIS: scopi e prospettive


Stand di Ricerca Esperimenti per tutti   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Verranno presentati alcuni metodi per la caratterizzazione delle proprietà chimiche, fisiche e biologiche del particolato atmosferico.
Verranno eseguiti anche alcuni esperimenti per il campionamento del particolato in situ.

English text

The ACTRIS Research Infrastructure: aims and perspectives

Some methods for the characterization of the chemical, physical, and biological properties of the atmospheric particulate will be presented.
Some experiments for the in situ particulate matter sampling will also be performed.


18:00 — 22:00

Dipartimento di Matematica e Fisica "Ennio de Giorgi"

Maurizio Martino

Presentazione delle attività nel Corso di Laurea in Ottica e Optometria


Stand di Ricerca   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Illustreremo le attività didattiche e di ricerca che vengono svolte all’interno del Corso di Laurea in Ottica e Optometria utilizzando strumentazione optometrica quale aberrometri, lampade a fessura, retinoscopi etc. Le attività verranno svolte da laureandi o neolaureati sotto la supervisione di professionisti del settore.

English text

Presentation of didactical activities in the Degree of Optics and Optometry

We will illustrate the teaching and research activities that are carried out within the Degree Course in Optics and Optometry using optometric instrumentation such as aberrometers, slit lamps, retinoscopes etc. The activities will be carried out by undergraduates or recent graduates under the supervision of professionals in the sector.


18:00 — 24:00

Dipartimento di Matematica e Fisica "Ennio de Giorgi"

Achille A. Nucita

Astro@School


Stand di Ricerca   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Nell’ambito del progetto “alternanza scuola lavoro” 2018, un gruppo affiatato di studenti delle scuole superiori ha realizzato tre poster dedicati a tematiche di grande interesse scientifico: la ricerca di materia oscura ed energia oscura, il lensing e micro-lensing gravitazionale, la ricerca di nuovi mondi. Scopo dell’iniziativa è mostrare il frutto delle ore di studio e di lavoro di un gruppo entusiasta di ragazzi! I tre pannelli saranno aggiunti alla mostra sul sistema solare e l’universo che sarà esposta in occasione della notte dei ricercatori.

English text

Astro@School

Astro@School


18:00 — 24:00

Dipartimento di Matematica e Fisica & CLab@Salento

Mario Angelelli
Anastasia Coppola
Carola Gatto
Benedetta Rosini
Emanuela Candido

Filo Infrarosso


Stand di Ricerca Rappresentazione Teatrale   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Descrivere un fenomeno è, in parte, controllarlo o capire fino a che punto poterlo controllare. Tanto la scienza quanto l’arte tendono alla creazione di strumenti, di linguaggi per poter rappresentare e interpretare fenomeni. Questo processo è un filo rosso, spesso non lineare, spesso invisibile, che collega le ricerche scientifiche e le produzioni creative.
Tali forme non sono quindi slegate e, dialogando, permettono di trattare alcuni aspetti cruciali dei processi di ricerca: deduzione e induzione, il ruolo dell’osservatore nell’osservazione, il ragionamento sotto incertezza come nuovo linguaggio per la complessità e le applicazioni all’intelligenza artificiale.

English text

Infrared Thread

The description of a phenomenon entails a form of control over it, or a better understanding of the extent and limits of such control. Both Science and Arts tend to the creation of tools and languages to represent and interpret phenomena. This process is a non-linear, often invisible red thread, which connects scientific research and creative productions.
These efforts are therefore tied and their dialogue allows to go deeper in some fundamental issues of research processes: deduction and induction, the role of the observer in the observation, reasoning under uncertainty as a new language for complexity, and their applications in Artificial Intelligence.


18:00 — 24:00

Dipartimento di Scienze dell'Economia

Valeria Stefanelli
Marilena Labianca

La presentazione delle attività di ricerca del Dipartimento


Stand di Ricerca Gioco di Ricerca   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Presentazione delle attività di ricerca svolte nel Dipartimento nell’ambito del dottorato di ricerca e in corso. Durante l’evento sono previste attività ludiche di tipo divulgativo

English text

Presentation of the Department's research activities

Presentation of the research activities carried out in the Department within the research doctorate and in progress. Educational activities for general audience.


17:00 — 22:00

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo

Fabio Pollice
Beatrice Stasi

Scuola di Placetelling


Gioco di Ricerca Presentazione divulgativa Visita Museo Presentazione di progetti e supporto   Per tutti

Monastero degli Olivetani

Evento su prenotazione
Info email: fabio.pollice@unisalento.it


Il placeteller è un professionista che alle conoscenze di ambito letterario, geografico, storico, linguistico e di marketing, associa spiccate competenze nel settore tecnico-comunicativo.

La seconda edizione della scuola di Placetelling si è distinta per una spiccata attenzione al mondo dei social media e all’utilizzo dei più innovativi strumenti di comunicazione. Coadiuvati da esperti del settore di fama nazionale (giornalisti, scrittori, videomaker, sound designer…), oltre che dai docenti del comitato scientifico, gli allievi si sono cimentati nella produzione di prodotti SNS per applicare gli input teorici e metodologici in modo da rispondere alle esigenze promozionali degli sponsor che hanno voluto sostenere la seconda edizione della Scuola.

Il 28 settembre presso il presidio della Scuola di Placetelling sarà possibile reperire informazioni, incontrare gli ex allievi e visionarne gli elaborati, parlare coi docenti. Sarà inoltre possibile partecipare a “Raccontami quel luogo”: 1 minuto per raccontare un luogo del Salento che portano nel proprio cuore. Il racconto avverrebbe sul posto, dinanzi alla nostra telecamera.

Contestualmente, la Scuola di Placetelling presenterà il proprio documentario “Il Monastero degli Olivetani e il Tempio di Tancredi”.

English text

School of Placetelling

The students who attended the second edition of the School of Placetelling will present their final project works. In this occasion, the sponsorship campaign for the next edition will be launched.


18:00 — 24:00

Dipartimento di Studi Umanistici

David Katan
Monica Genesin

Traduzione e Transcreation at work


Stand di Ricerca Gioco di Ricerca Esperimenti per tutti   Studenti

Monastero degli Olivetani


Quali sono i migliori (o peggiori) gaffes visibili al pubblico qui nel Salento? Come tradurre per film, per il teatro o per il turismo? E cosa vuol dire transcreation? Tutto questo e di più sarà discusso, presentato e anche esperimentato tramite dei “translation slam”, dove tutti possono dare la loro e possono competere a trovare la traduzione o transcreation giusto.

English text

Translation and Transcreation at work

What are the best (or worst) translation gaffes visible


18:00 — 24:00

Dipartimento di Studi Umanistici

Marco Zappatore

Translation & Technology


Stand di Ricerca   Studenti

Monastero degli Olivetani


English text

Translation & Technology


18:00 — 24:00

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo

Terri Mannarini
Sergio Salvatore

Programma di ricerca internazionale "Re.Cri.Re”. Alla scoperta degli universi simbolici


Stand di Ricerca Presentazione di progetti e supporto   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Perché, nonostante sperimentino le stesse difficoltà, alcune persone investono tempo ed energie nello sviluppo del proprio territorio e altre, invece no? Perché alcune persone sono più propense a fidarsi delle istituzioni mentre altre a guardarle con diffidenza e sospetto? Che cosa spinge alcune persone a compiere sacrifici per salvaguardare i propri rapporti interpersonali? Come mai alcuni percepiscono un maggior controllo sulla propria vita mentre altri ritengono non ci sia alcuna possibilità di governare presente e futuro? Sono le circostanze a determinare ciò che le persone pensano, sentono e fanno? Queste sono solo alcune delle domande a cui ha cercato di rispondere il programma di ricerca Re.Cri.Re., che si è focalizzato sull’analisi approfondita delle concezioni globali in base alle quali ciascuno di noi interpreta e dà valore a quanto gli/le accade a livello personale, sociale e politico. Ognuno è “immerso” in una concezione globale – che Re.Cri.Re ha definito Universo Simbolico – come un pesce nel proprio acquario. Per questo motivo, non è facile riconoscere l’universo simbolico di cui si è parte e che plasma il proprio modo di sentire, pensare, progettare, scegliere, agire. Invitiamo i partecipanti a scoprire qual è il proprio universo simbolico compilando un breve questionario online. L’elaborazione immediata dei risultati permetterà a ciascuno di sapere se aderisce alla mentalità tipica del Mondo Ordinato, la Società che si prende cura, il Legame Interpersonale, la Nicchia di Appartenenza o il Mondo degli Altri, approfondire le caratteristiche dell’universo simbolico in cui si ritrova insieme alle somiglianze e alle differenze con coloro che condividono lo stesso universo.

English text

“Re.Cri.Re.” international research program: Discovering symbolic universes

Why do some people engage in the wellbeing of their own community, while others do not, although they both face the same problems? Why do some people trust institutions, while others are skeptic, suspicious, and distrustful? Why are some people willing to make sacrifices to safeguard their significant relations, while others let go of them? Why do some people think they can control their lives, while others feel at the mercy of fate? Do the external conditions affect what people think and feel, and how they act? The international research program Re.Cri.Re. addressed these questions through an in-depth analysis of the Symbolic Universes, e.g., the generalized worldviews that orient the way people interpret and make sense of the world and of personal, social, and political events. People are immersed in symbolic universes like fishes in the water, therefore it is difficult for them to ascertain the generalized worldview that mould their way of feeling, thinking, behaving, making choices, and planning. Participants will be invited to discover their own symbolic universe by completing an online questionnaire, be informed of the results, and discussing it with the staff. In a very short time, participants will know whether they fit into Ordered World, Caring Society, Interpersonal Bond, Niche of Belonginess or Other’s World, and learn more about the features of each symbolic universe, as well as about the differences/similarities with those who share the same worldview


17:00 — 24:00

UniSalento – Centro Unico di Ateneo

Giuseppe Maruccio
Franco Fanizzi
Antonio Bax
Ufficio Fund Raising

EU Corner & MSCA-Actions


Presentazione di progetti e supporto Angolo EU   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Le opportunità fornite dall’UE per la ricerca e le azioni Marie Skłodowska-Curie.

English text

EU Corner & MSCA-Actions


17:00 — 24:00

UniSalento - Contamination Lab

Giustina Secundo
Giuseppe Maruccio

Clab@Salento


Stand di Ricerca Presentazione di progetti e supporto Open desk - Discuti la tua idea   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Creare un Laboratorio “diffuso” di contaminazione di idee e saperi inteso come luogo fisico e virtuale di allenamento continuo (‘palestra tecnologica’) per l’innovazione e la cultura imprenditoriale attraverso l’uso di modelli di apprendimento innovativi a forte connotazione interdisciplinare.

English text

Contamination Lab

Create a “diffuse” laboratory of contamination interpreted as a physical and virtual place of continuous learning, “Technology gym” for entrepreneurship and innovation through the organization of extra curricular activities for students by adopting innovative learning models with a strong interdisciplinary connotation.


18:00 — 24:00

UniSalento - Contamination Lab

Fabrizio Barozzi

Wild-Mistic


Stand di Ricerca Ricerca applicate e prototipo Presentazione di progetti e supporto   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Wild-MISTIC e le micro-piante selvatiche: sicurezza, sapore e regionalità. La mission di Wild-MISTIC è quella di produrre micro-piante selvatiche, tipiche della tradizione culinaria, pronte all’uso e che non richiedono di pulizia.

English text

Wild-Mistic

Wild-MISTIC and wild micro-plants: safety, flavor and regionality. Wild-MISTIC’s mission is to produce wild micro-plants, typical of the culinary tradition, ready to use and that do not require cleaning.


18:00 — 24:00

UniSalento - InterAsia Regional Project

Mariaenrica Frigione
Claudio Petti
Valeria Specchia

Presentazione del Progetto di mobilità in-coming/out-going per studenti in collaborazione con Paesi Asiatici


Stand di Ricerca   Per tutti Studenti

Monastero degli Olivetani


Il progetto InterAsia, finanziato nell’ambito del bando regionale “azioni di trasnozionalità per le Università Pugliesi” ha permesso la realizzazione di scambi di studenti tra l’Università del Salento e alcuni Paesi emergenti dell’Asia centro/orientale, Cina, Iran, Kazakistan, Pakistan. Ci si propone di illustrare i primcipali risultati di tali scambi, con alcune testimonianze dei ragazzi partecipanti al Progetto, sia italiani che stranieri.

English text

InterAsia Project: outcomes and experiences

InterAsia Project was financed by Apulia Region with the aim to support the exchange of students between University of Salento and the Partner Universities belonging to Asiatic Countries, China, Iran, Kazakhstan, Pakistan.


18:00 — 24:00

UniSalento - UniSalento International

Mariaenrica Frigione
Eliana Gennaro
Ufficio Relazioni Internazionali

Programmi di mobilità per studenti & Corsi Internazionali


Stand di Ricerca Angolo EU   Studenti

Monastero degli Olivetani


Verranno pubblicizzati i programmi di mobilità, EU e internazionali, per gli studenti e dottorandi dell’Università del Salento, con testimonianze di studenti che già hanno preso parte a tali programmi

English text

Mobility Programs for students

The mobility programs, EU and international, available at University of Salento, for undergraduated and PhD students, will be promoted, with students ambassadors sharing their mobility experience with other students.


18:00 — 24:00

CNR-Nanotec-Lecce & Dipartimento di Matematica e Fisica

Maria Serena Chiriacò
Elisabetta Primiceri
Anna Grazia Monteduro
Silvia Rizzato
Fausto Sirsi
Giuseppina Marzano
Giuseppe Maruccio

Un laboratorio in tasca: dalla diagnosi medica al monitoraggio ambientale ed agroalimentare


Stand di Ricerca Gioco di Ricerca Esperimenti per tutti Ricerca applicate e prototipo   Per tutti Bambini Studenti

Monastero degli Olivetani


Lo sviluppo di sistemi “lab-on-a-chip” (LOC) rappresenta attualmente, una della più promettenti frontiere della ricerca applicata: per lab-on-chip si intende un dispositivo altamente integrato, in cui una serie di moduli funzionali svolgono in maniera sequenziale, in un chip di pochi centimetri quadrati, le diverse tappe di un processo analitico svolte normalmente in un laboratorio.
La sfida maggiore per i sistemi LOC consiste nel passaggio da promettente strumento di laboratorio, a tecnologia commercializzata su larga scala. Uno dei principali obiettivi di questo settore è lo sviluppo di sistemi sensoristici portatili per la diagnosi su campo (Point-of-care). In particolare tali sistemi diagnostici trovano applicazione in vari settori dalla diagnosi medica al monitoraggio ambientale e al controllo alimentare. La prospettiva è quella di poter eseguire test diagnostici più complessi con la stessa facilità con cui oggi si può misurare la glicemia da una goccia di sangue.
Presso lo stand saranno descritti i risultati di recenti studi per lo sviluppo di dispositivi per specifiche applicazioni ad esempio l’identificazione di fitopatogeni come Xylella fastidiosa tramite piattaforme portatili utilizzabili sul campo o ancora dispositivi miniaturizzati per la diagnosi della fertilità maschile tramite l’analisi della motilità degli spermatozoi. Prototipi e dimostratori saranno a disposizione dei visitatori.

English text

A lab in a pocket: from medical diagnostics to agrifood and environmental monitoring

The development of “lab-on-a-chip” systems (LOC) currently represents one of the most promising frontiers in applied research: for lab-on-chip we mean a highly integrated device, in which a series of functional modules perform, in a chip of a few centimeter square, the different stages of an analytical process normally carried out in a laboratory.
The biggest challenge for LOC systems is the shift from a promising laboratory tool to large-scale commercialized technology. One of the main objectives of this area is the development of portable sensor systems for Point-of-care diagnostics. In particular, these diagnostic systems are used for several applications from medical diagnosis to environmental monitoring and food control. The perspective is to perform complex diagnostic tests in the same way one can measure blood sugar from a drop of blood today.
At the stand the results of recent studies will be described with particular attention to the development of devices for specific applications such as the identification of phytopathogens as Xylella fastidiosa through portable platforms for on the field assays or even miniaturized devices for the diagnosis of male fertility through the analysis of motility of spermatozoa. Prototypes and demonstrators will be available to visitors


17:00 – 24:00

Dipartimento di Matematica e Fisica & CNR-Nanotec

Anna Grazia Monteduro, Silvia Rizzato, Angelo Leo, Fausto Sirsi, Angelo Melcarne, Fabio Paladini, Massimo Corrado, Giuseppe Maruccio con la partecipazione degli studenti di Fisica (Antonio Di Noi, Francesco Frascella, Federico Carella, Daniele Gennari, Laura Savarese, Youri Marangio, Luca Maggio, Alessia Stefano, Cosimo Leonardo Solidoro, Dario Melle)

Attrazioni "magnetiche" - Dal treno a levitazione alla spin-elettronica a cavallo di un'onda


Stand di Ricerca Gioco di Ricerca Esperimenti per tutti   Per tutti Bambini Studenti

Monastero degli Olivetani


La ricerca nel settore del magnetismo e lo studio delle proprietà magnetiche dei materiali hanno avuto un forte impatto nello sviluppo delle moderne tecnologie. Si pensi ad esempio a MagLev, il treno che, grazie alla levitazione magnetica, viaggia a 600 km/h sospeso a pochi centimetri dal binario e con limitato consumo di energia o ai ferrofluidi, materiali ottenuti mediante tecniche di sintesi all’avanguardia, e impiegati nel settore industriale come guarnizioni di tenuta per sistemi sotto vuoto spinto. D’altra parte, la ricerca nel settore dell’information technology, ha portato alla sperimentazione di nuovi paradigmi per soddisfare le sempre crescenti richieste del mercato in termini di prestazioni computazionali e di memorizzazione. In tale scenario, il trasporto dell’informazione mediante lo spin dell’elettrone permette lo sviluppo di una nuova generazione di dispositivi che combinano standard di microelettronica con effetti spin-dipendenti derivanti dall’interazione tra lo spin dell’elettrone e le proprietà magnetiche del materiale. A fronte della nostra ricerca in campo fisico e nella spintronica in particolare, nello stand saranno presentate in modo sintetico le prospettive di questa ricerca e le attività nei laboratori congiunti Università del Salento – CNR-Nanotec, con l’ausilio di video illustrativi e prototipi oltre a piccole dimostrazioni sperimentali e giochi per i più piccoli. Verrà proposto un viaggio a cavallo delle onde di varia natura, elettromagnetiche, acustiche e di spin, nonché la manipolazione di fluidi magnetici e non-newtoniani.

English text

Magnetic Attractions - From levitation train to spin-electronics riding a wave


17:00 — 24:00

Dipartimento di Matematica e Fisica & CNR-Nanotec

Giuseppe Maruccio, Maria Serena Chiriacò, Elisabetta Primiceri, Anna Grazia Monteduro, Silvia Rizzato, Angelo Leo, Fausto Sirsi, Giuseppina Marzano, Angelo Melcarne

Nanoscienze e nanotecnologie: dalla computazione quantistica alle scienze della vita


Stand di Ricerca Gioco di Ricerca Esperimenti per tutti   Per tutti Bambini Studenti

Monastero degli Olivetani


Le nanotecnologie stanno rivoluzionando il mondo della ricerca, dell’industria e della medicina. Oggi è possibile operare a livello di singoli atomi e sui mattoni fondamentali della vita per esplorare le frontiere scientifiche con un approccio interdisciplinare e rendere possibili nuove applicazioni tecnologiche. Nello stand saranno presentate in modo sintetico le prospettive di questa ricerca e le attività nei laboratori congiunti Università del Salento – CNR-Nanotec, con l’ausilio di video illustrativi e prototipi oltre a piccole dimostrazioni sperimentali e giochi per i più piccoli. Particolare attenzione sarà dedicata alle applicazioni nei settori della nanoelettronica, computazione quantistica, medicina di precisione, monitoraggio ambientale e agrifood. Sarà inoltre illustrato il progetto europeo Madia, in corso di svolgimento, che si propone lo sviluppo di nuovi strumenti per la diagnosi precoce di malattie neurodegenerative. Inoltre saranno presentati dimostratori/esperimenti su: treno a levitazione magnetica, ferrofluidi, onde sonore, fibre ottiche, fluidi non newtoniani.

English text

Nanosciences and Nanotechnologies: from quantum computation to life sciences

Nanotechnologies are revolutionizing research, industry and medical sectors. Today it is possible to control matter at the level of single atoms and the fundamental building blocks of life to explore new scientific frontiers through an interdisciplinary approach and make possible new technological applications. In this stand, perspectives of the field and activities carried out in the joint laboratories among UniSalento and CNR-Nanotec will be presented with the support of multimedia tools and prototypes in addition to some hand-on experiments and scientific games. Specific attention will be dedicated to the applications in the fields of nanoelectronics, quantum computation, precision medicine, environmental and agrifood monitoring. Moreover,information will be provided on the EU project Madia which target to optimize new technologies for the early diagnosis of neurodegenerative diseases such as Alzheimer and Parkinson diseases.


17:00 — 24:00

Dipartimento di Matematica e Fisica & CNR-Nanotec

Fausto Sirsi, Silvia Rizzato, Maria Serena Chiriacò, Elisabetta Primiceri, Anna Grazia Monteduro, Giuseppe Maruccio & MADIA consortium

Fighting Neurodegenerative Diseases - Il progetto europeo MADIA per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson


Stand di Ricerca Angolo EU   Per tutti

Monastero degli Olivetani


Complice l’invecchiamento della popolazione, le malattie neurodegenerative quali Parkinson e Alzheimer sono forse la sfida medica del secolo. Poiché ogni intervento farmacologico è più efficace se avviato celermente, una diagnosi precoce è di fondamentale importanza. Tuttavia l’odierna analisi del liquido cerebro-spinale è invasiva, mentre la concentrazione dei marcatori nel sangue è oggi circa 1000 volte al di sotto dell’attuale limite di rilevazione. Nello stand, verrà presentato il progetto europeo MADIA, che ha l’ambizioso obiettivo di sviluppare nuove tecnologie che abilitino processi di screening precoce su larga scala. La strategia del progetto è basata sull’impiego di nanoparticelle magnetiche opportunamente funzionalizzate sia per rilevare che per incrementare la concentrazione dei marcatori consentendone una rilevazione anche a bassissime concentrazioni mediante sensori magnetoresistivi. Visitando lo stand, sarà possibile esser aggiornati sull’avanzamento della ricerca ed analizzare i prototipi dei dispositivi.

English text

Fighting Neurodegenerative Diseases: European project MADIA Vs Parkinson’s and Alzheimer’s

Neurodegenerative diseases like Parkinson’s and Alzheimer’s are the medical challenge of this Century, also due to population’s ageing. An early diagnosis is crucial, since any of the actual therapies is impressively effective if it starts at the beginning of the disease. Nevertheless, the actual technology can find some biomarker related to Parkinson’s and Alzheimer’s only through the invasive cerebrospinal fluid biopsy, since their concentration in blood is about 1000 times smaller than the actual limit of detection.
The European project MADIA (MAgnetic Diagnostic Assay for neurodegenerative diseases), which follow the ambitious goal to develop new technologies able to overcome these limits and provide the chance to start large scale screening processes in this field, will be introduced in our stand. The strategy is based on using functionalized magnetic nanoparticles for revealing and also for strongly increasing the concentration of the biomarkers, so that it will be possible to measure very low quantity through magnetoresistive sensors. You will be updated on the breakthrough of this research and can see some prototype devices while visiting the stand.


18:00 — 18:30

CNR-IBAM (Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali)

Raffaele Persico
Giovanni Leucci
Lara De Giorgi

Il georadar, uno strumento per vedere l'invisibile


Presentazione divulgativa   Per tutti Professionisti/Aziende

Olivetani - Chirico - SEMINARI


Si intende effettuare una presentazione del georadar come strumento per vedere sottoterra, all’interno di murature, colonne, pilastri, ponti etc. In particolare, si presentaranno alcuni possibii risvolti possibili in relazione alla conoscenza del patrimonio culturale dell’umanità, ed alcuni aspetti di ricerca ed innovazione sull’argomento.

English text

GPR: a tool to see the invisible

I mean to give a presentation of the GPR as a tool to see underground, inside walls, columns, pillars, bridges etc. In particular, I will present some possible aspects in relationship with the knowledge of the cultural heritage of humanity and some aspects regarding the research and the innovation on this topic.


18:00 — 24:00

Dipartimento di Matematica e Fisica - BIBLIOTECA DI MATEMATICA

Antonella Toni
Laura Viola
Silvia Carrozzo
Tommaso Cavalera
Lucia Sideli

Biblioteche, un ponte tra culture


Presentazione divulgativa Storie di ricercatori e scoperte   Per tutti

Olivetani - Chirico - SEMINARI


Seminario in cui il mondo accademico dialoga con le associazioni del territorio per discutere sul ruolo che le biblioteche svolgono: offrire opportunità di formazione e apprendimento a tutti, indipendentemente da razza, cultura e religione, favorire il dialogo valorizzando le differenze. In passato, infatti, l’interazione tra popoli e culture ha influenzato il pensiero moderno e il dialogo ha favorito lo sviluppo.

English text

Libraries, a bridge among cultures

During the seminar the academia interacts with local associations in order to discuss about the role of libraries and their activities: providing learning opportunities to all, regardless race, culture and religion; to facilitate intercultural interactions by mean of differences’ promotion. Indeed, in the light of past experience, the interaction between peoples and cultures influenced the modern thought and promoted the development.


19:00 — 21:30

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo

Fabio Pollice
Alessandro Isoni

Cibo e paesaggio: educare alla sostenibilità


Stand di Ricerca Gioco di Ricerca Esperienze Multisensoriali   Per tutti

Olivetani - Chirico - SEMINARI


L’iniziativa “Cibo e paesaggio: educare alla sostenibilità” intende contribuire alla diffusione delle conoscenze relative ai rapporti esistenti tra cultura, paesaggio e alimentazione. Nel corso degli ultimi anni, un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo ha sviluppato una serie di ricerche orientate allo studio e all’analisi dei reciproci influssi tra ambiente, paesaggio, cultura e tradizioni alimentari dell’area euromediterranea. In questo senso, l’iniziativa ha come obiettivo la diffusione di una maggiore consapevolezza del consumatore in merito ai risvolti socio-culturali presenti nel semplice atto del nutrirsi. Il cibo, in questa prospettiva, assume valori che oltrepassano la mera dimensione nutrizionale per toccare ambiti inerenti la storia, la geografia, le tradizioni e le pratiche religiose. Nel corso della serata, si proporrà ai partecipanti un percorso esperienziale in grado di far emergere tutti gli aspetti relativi al cibo, attraverso la somministrazione di un questionario contenente delle domande finalizzate a fornire strumenti cognitivi utili all’adozione di comportamenti di consumo compatibili con uno sviluppo sostenibile.
L’obiettivo ultimo della serata si traduce, dunque, nella diffusione della conoscenza relativa agli effetti non economici determinati dall’azione economica dell’acquisto del cibo, inteso in un senso che oltrepassa il classico concetto di “commodity”.

English text

Food and Landscape: educating to sustainability

The project aims to spread and widen the general awareness toward the relationship between culture, landscape and food. Since the most recent years, an interdisciplinary research team belonging to the Department of History, Society, and Human Studies is working on the analysis of the impact of food cultures on the landscape and on food tradition, with specific regard to the euro-mediterranean area. Indeed, the proposal is intended to promote, among the participants, a deeper consciousness of socio-cultural impacts related to the simple act of eating. In this perspective, food assumes values that overcome the mere nourishing dimension as they imply geographical, historical, anthropological, religious and ethical features. During the event, participants will be invited to follow an experiential pathway, during which they will be asked to fill in a questionnaire about food and its most relevant features; this phase is conceived in order to provide cognitive tools which are useful to foster the adoption of sustainable consumption patterns. The very aim of the event is to promote a shared reflection on non-economic effects boosted by the economic act of buying food, intended beyond the traditional concept of “commodity”.


21:00 — 21:45

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo

Michele Carducci

Il programma ONU "Hamony with Nature" per i diritti delle generazioni future


Presentazione divulgativa   Per tutti

Olivetani - Chirico - SEMINARI


L’iniziativa ha lo scopo di far conoscere al pubblico le sperimentazioni teorico-pratiche, sviluppate dal CEDEUAM di UniSalento, in tema di “conversione ecologica” della convivenza civile e delle regole giuridiche.

English text

The UN "Harmony with Nature" program for the rights of future generations

The aim of the initiative is to make the theoretical-practical experimentations developed by the CEDEUAM of UniSalento known to the public on the topic of “ecological conversion” of civil coexistence and legal rules.


19:00 — 20:00

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo

Stefano Cristante

1988-2018: Trent'anni senza Andrea Pazienza


Presentazione divulgativa   Per tutti

Olivetani - Chirico - SEMINARI


Nel 1988 moriva il grande artista grafico Andrea Pazienza. A trent’anni dalla scomparsa, il docente Stefano Cristante (autore di una recente monografia dedicata a Pazienza) racconterà il contributo grafico e narrativo del grande artista attraverso i suoi principali personaggi.

English text

1988-2018: Thirty years without Andrea Pazienza

In 1988 the great comic artist Andrea Pazienza died when he was only 31. Thirty years after his death, Stefano Cristante (author of a recent monography dedicated to Pazienza) will tell the great artist’s graphic and narrative contribution through his main characters.


18:00 — 24:00

Dipartimento di Studi Umanistici

Fabio Ciracì

Digital Humanities: prospettive di ricerca


Presentazione divulgativa Dibattito   Per tutti

Studium - 18-20 sala multimediale o sala 1-C1 @ Studium - SEMINARI


Il panel sulle DH si propone di presentare le attività del Centro di ricerca in Digital Humanities, mostrando le diverse declinazioni disciplinari e le prospettive di ricerca.

English text

Digital Humanities: research perspectives

The DH panel aims to present the activities of the Research Center in Digital Humanities, showing the different disciplinary aspects and the research perspectives.


18:00 — 20:00

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo

Alessandra Fasano

Riflessioni sul welfare del lavoro e sul ruolo dei Servizi per l'impiego


Dibattito   Per tutti

Studium - Aula @ Studium 5C3 - SEMINARI


Da oltre un ventennio, l’Europa fa molto affidamento sulla modernizzazione delle istituzioni del mercato del lavoro spingendo ad investire sulle politiche attive e sui servizi per l’impiego. Aumentare l’occupabilità delle persone è anche una risposta alla crisi economico-finanziaria iniziata nel 2007, che rende sempre più difficile per gli Stati assicurare politiche di sostegno. In un contesto lavorativo sempre più frammentato e differenziato, quali sono le risposte intraprese dai servizi per l’impiego in Italia per rispondere alle nuove sfide emergenti? Quali sono le criticità e le opportunità dei Centri per l’impiego pubblici a cui si affiancano sempre più le Agenzie per il lavoro private e i servizi di Orientamento e Placement delle Università? Quanto pesa il contesto territoriale? La ricerca che verrà presentata ha cercato di monitorare e valutare i servizi offerti al fine di proporre soluzioni praticabili, intercettando best practices esportabili da un territorio all’altro e individuando i punti critici su cui è necessario intervenire.

English text

Reflections on the role of the Public Job Centres (PES) to promote job matching

For over a decade, Europe has been very confident on active policies and employment services, as proved by the new European Social Fund Regulation 2014/2020, which continues to promote, among the different investment priorities, the modernisation of the labour market institutions. Increasing people’s employability is also a response to the economic-financial crisis begun in 2007 and to this day still makes it increasingly difficult for the Government to provide protection and support policies.
The role of Public Services for Employment (PES) is to reduce frictional unemployment due to double information asymmetry between those asking and those looking for work.
The regional dynamic of welfare to work, that includes all the tools and regulations to facilitate job matching and to improve job placement, is different from one territory to another.
In order to make a difference in territorial diffusion the large Public Job Centres prefer the most favourable economic environment, but this also depends on a more mature mediation market as a result of precise regional policy choices.


18:00 — 24:00

ISTAT-Ufficio Territoriale Istat per le Marche Abruzzo e Puglia, sede di Bari

Angela Maria Digrandi
Antonella Rotondo
Monica Carbonara

Statistica per tutti


Presentazione divulgativa   Per tutti

Studium - sala 1-C1 se libera @ Studium - SEMINARI


Laboratorio con esperienza di autovalutazione della cultura statistica

English text

Statistics for All

Experiential Lab of Official statistics


18:00 — 24:00

ISTAT-Ufficio Territoriale Istat per le Marche Abruzzo e Puglia, sede di Bari

Angela Maria Digrandi
Antonella Rotondo
Monica Carbonara

Statistica@scuola


Presentazione divulgativa   Studenti

Studium - sala 1-C1 se libera @ Studium - SEMINARI

Evento su prenotazione
Info email: mocarbo@istat.it

Evento riservato alle scuole
9-11 anni (scuola primaria secondo ciclo), 12-14 (scuola secondaria di primo grado), 15-19 (scuola secondaria di secondo grado)


Giochi interattivi e video per scoprire la statistica

English text

Statistics for school

Games for statistics


19:30 — 22:00

CNR-IBAM (Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali)

Francesco Gabellone

Ricerche nell'ambito della Virtual Reality e Museum Communication


Stand di Ricerca Visita Museo   Per tutti

Studium 2000


Casi di studio in attività di ricerca finalizzate alla conoscenza, valorizzazione e fruizione dei Beni Culturali attraverso l’uso delle tecnologie informatiche, all’interno delle seguenti linee tematiche:

  1. Sviluppo di piattaforme per la fruizione virtuale dei Beni Culturali (Virtual Mu-seums, Augmented Reality, CVE Cultural Virtual Environments, DVR Desktop Virtual Reality);
  2. Studio ricostruttivo dei monumenti e dei paesaggi antichi attraverso l’uso preci-puo delle tecnologie 3D;
  3. Rilievo e rappresentazione del costruito attraverso metodi diretti ed indiretti. In particolare: Photo-modelling, Digital Photogrammetry, Laser scanning, rilievo da aeromobile a pilotaggio remoto (APR-Drone);
  4. Storytelling e comunicazione scientifica, con particolare riferimento all’uso dei nuovi linguaggi digitali e alle tecniche di rappresentazione 3D fotorealistica in filmati divulgativi.
English text

Comunicazione museale, Virtual Reality e archeologia ricostruttiva

Case studies and research activities for the jnowledge and enjoyment of Cultural Heritage through the use of information technologies, within the
following thematic lines:

  1. Development of on-line and off-line platforms for the distance visiting of Cultural Heritage (Virtual
    Museums, Virtual Reality, Augmented Reality);
  2. Three-dimensional modelling and implementation of new rendering algorithms for the reconstructive
    study of ancient buildings and ancient landscape;
  3. Survey and representation of cultural heritage with the use of direct and indirect methods (Photomodeling,
    Digital Photogrammetry, Laser scanning, Image-based technologies);
  4. Communication for Cultural Heritage and museums

18:00 — 22:30

CNR-IBAM (Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali)

Giovanni Quarta

Applicazioni di tecniche di diagnostica per la conoscenza e la conservazione del patrimonio monumentale


Stand di Ricerca Esperimenti per tutti   Per tutti

Studium 2000


Le attività di diagnostica che si svolgono nel settore dei Beni Culturali sono prevalentemente mirate alla conoscenza dei materiali e del loro stato di conservazione. Tale fase del progetto di restauro è molto importante perché fornisce tutti i dati utili per calibrare nel migliore dei modi lo stesso intervento conservativo. Tra le varie tecniche diagnostiche che si possono utilizzare nel settore Beni Culturali ne sono state scelte due, entrambe di tipo non distruttivo: la termografia e videoendoscopia. La prima consente attraverso la localizzazione di anomalie termiche superficiali di riconoscere zone interessate da degrado e porzioni del manufatto costruite con materiali differenti. La videoendoscopia permette di visualizzare su un monitor la tipologia dei materiali presenti su una muratura e di identificarne la sequenza stratigrafica.

English text

Applications of diagnostic techniques for the knowledge and conservation of monumental heritage

The diagnostic activities taking place in the cultural heritage sector are mainly aimed at the knowledge of materials and their state of preservation. This phase of the restoration project of a monument is very important because it provides all the data useful to calibrate in the best way the same conservative intervention. Two diagnostic techniques – both non-destructive type – that can be used in the cultural heritage sector have been chosen: thermography and videoendoscopy. The first allows the localization of superficial thermal anomalies for recognizing areas affected by degradation priocesses and portions of the artifact built with different stone materials. Videoendoscopy allows to visualize on a monitor the typology of the materials employed on a masonry and to identify its stratigraphic sequence.


18:00 — 23:00

CNR-IBAM (Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali)

Maurizio Masieri

Identificazione dei pigmenti e delle tecniche esecutive della pittura antica mediante Microscopia Ottica


Stand di Ricerca Esperimenti per tutti   Per tutti

Studium 2000


Osserviamo da vicino i pigmenti degli artisti e il misterioso mondo dei colori

English text

Characterization of Historic Pigments by Optical Microscopy

We observe the pigments of the artists and the mysterious world of colors


18:00 — 24:00

CNR-IFC (Istituto di Fisiologia Clinica), CNR-IRPPS (Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali)

Carlo Giacomo Leo (IFC)
Saverio Sabina (IFC)
Pierpaolo Mincarone (IRPPS)
Maria Rosaria Tumolo (IRPPS)

Valutazione delle tecnologie sanitarie e Salute Pubblica


Stand di Ricerca   Per tutti

Monastero degli Olivetani


I 2 Poster rappresenteranno due dei temi attualmente approfonditi dal Gruppo di Public Health and Wellbeing del CNR-IFC. In particolare: il primo tema approfondisce l’importanza del continuo miglioramento della qualità nell’erogazione dei servizi sanitari visti come processi che necessitano di essere analizzati, compresi e razionalizzati. Ciò può essere realizzato anche mediante l’impiego di linguaggi e notazioni grafiche. La review sistematica presentata si propone di individuare quanto presente sul tema in letteratura scientifica e comprendere come questi strumenti possano essere utilizzati nel settore sanitario. Il secondo tema riguarda uno studio fatto sulla Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno (OSAS) di cui, con un approccio di disease management, si analizza la composizione della popolazione affetta, si studiano i processi di cura adottati in uno specifico contesto aziendale e si condividono soluzioni volte all’ottimizzazione della gestione della malattia.

English text

Health Technology Assessment and Public Health

Two topics on HTA and Public Health will be presented: the first is focused on the growing importance of working toward quality improvement in healthcare. It implies an increasing interest in analysing, understanding and optimizing process logic and sequences of activities embedded in healthcare processes. Our analysis is focused on the identification of instruments, in particular graphical representation, to promote faster learning, higher retention and better compliance. The study identifies standardized graphical languages and notations applied to patient care processes and investigates their usefulness in the healthcare setting. The aim of the second topics is to propose and apply, coherently with a disease management approach, a combination of healthcare process modeling and population analysis as a way to identify critical issues and elaborate shared solutions. We apply this method to understand which characteristics are relevant for discriminating Obstructive Sleep Apnoea subjects and which improvements could be introduced in the management of healthcare services.


18:00 — 23:30

CNR-ISPA (Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari

Antonella Leone

Meduse, da problema a risorsa - GoJelly -Progetto EU H2020


Stand di Ricerca Esperimenti per tutti Presentazione di progetti e supporto   Per tutti

Studium 2000


Studio di nuovi alimenti o ingredienti alimentari a base di meduse, biomasse abbondanti ma inutilizzate dei nostri mari, per un uso sostenibile delle risorse marine.

English text

Jellyfish: from waste to resource - GoJelly - EU H2020 Project

Study of jellyfish, abundant but untapped biomass of our seas, as novel foods or food ingredients for a sustainable use of marine resources.


20:00 — 23:00

CNR-ISPA (Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari

Francesco Grieco
Maria Stella Cappelo
Gianluca Bleve

Biotecnologie per il miglioramento della qualità e sicurezza degli alimenti fermentati


Stand di Ricerca   Per tutti

Studium 2000


L’attività è focalizzata sulle filiere viti-vinicola e olivicola pugliesi. Sono attive ricerche per la caratterizzazione biotecnologica di batteri lattici e lieviti isolati dalla microflora autoctona mediante l’applicazione di metodiche molecolari innovative, analisi delle caratteristiche fenotipiche e genotipiche, studio delle proprietà fisiologiche e tecnologiche. Obiettivo principale è la selezione e la preparazione di colture da utilizzare come starter fermentativi, che permettano di esprimere al meglio il potenziale della materie prime “uva” e “olive” e legare al territorio le bevande e i prodotti derivati, assicurando il corretto svolgimento del processo fermentativo e la salute del consumatore.

English text

Biotechnologies for the improvement of the quality and safety of fermented foods

The activity is focused on the Apulian grape-wine and olive-growing supply chains. Research is being carried out for the biotechnological characterization of lactic bacteria and yeasts isolated from the native microflora through the application of innovative molecular methods, analysis of phenotypic and genotypic characteristics, study of physiological and technological properties. The main objective is the selection and preparation of fermentation starter, which allow to better express the potential of the raw materials “grapes” and “olives” and to link the products derived from them to the territory, ensuring the correct performance of the fermentation process and health of the consumer.


19:00 — 23:00

CNR-ISPA (Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari)

Angelo Santino
Giovanni Mita
Carmela Gerardi
Miriana Durante
Aurelia Scarano

Laboratorio interattivo di (bio)tecnologie innovative per lo sviluppo di nuovi alimenti funzionali


Stand di Ricerca   Per tutti

Studium 2000


Saranno descritti e mostrati i più moderni approcci di biotecnologie vegetali e processi innovativi di incapsulamento di nutraceutici per lo sviluppo di nuovi alimenti funzionali con effetti salutistici.

English text

Innovative (Bio)technologies for new functional foods

The latest approaches related to plant metabolic engineering and nutraceutical encapsulation processes in the area of functional foods will be described and practically shown.


19:00 — 23:00

CNR-ISPA (Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari)

Sofia Caretto
Federica Blando
Carmela Gerardi

Biotecnologie Cellulari Vegetali


Stand di Ricerca   Per tutti

Studium 2000


La dimostrazione riguarderà le colture cellulari vegetali per la micropropagazione e la produzione di composti bioattivi. Colture che saranno disponibili ed illustrate: colture di calli, sospensioni cellulari e piantine micropropagate di specie vegetali modello e coltivate.

English text

Plant Cell Biotechnologies

The demonstration will cover plant cell cultures for micropropagation and the production of bioactive compounds. Cultures that will be available and illustrated: callus cultures, cell suspensions and micropropagated plantlets of model and cultivated plant species.


18:00 — 23:30

Dipartimento di Beni Culturali

Giuseppe Ceraudo
Adriana Valchera
Veronica Ferrari
Patrizia Gentile

Conoscenza e valorizzazione del paesaggio: tecniche e metodi


Stand di Ricerca Presentazione di progetti e supporto Open desk - Discuti la tua idea   Per tutti

Studium 2000


Illustrazione delle attività del LabTAF finalizzate allo studio del paesaggio antico, delle tecniche e dei metodi utilizzati (ricognizione, fotogrammetria, lettura foto aeree e da satellite, elaborazioni 3D con foto da drone ecc.), dei risultati delle attività di ricerca. Presentazione del Sistema Informativo Territoriale per la conoscenza dei beni culturali del territorio italiano, sviluppato dal LabTAF in collaborazione con il laboratorio CNR “Sistemi Informativi Territoriali per i Beni Culturali” (SIT BC) e basato su un quadro generale di riferimento cartografico e su banche dati appositamente strutturate. Uno spazio sarà destinato ad illustrare le attività dei due progetti FutureInResearch, in seno al LabTAF, mirati alla ricostruzione del paesaggio antico attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie legate all’uso di immagini aerorilevate e ricognizioni aeree mirate. Sarà possibile utilizzare sistemi speditivi di lettura delle foto aeree.

English text

Knowledge and enhancement of landscape: techniques and methods

The research projects and the activities of the LabTAF, centred on the study of ancient landscape, will be presented: field and aerial survey, photogrammetry, proximal and remote sensing (also with UAV system), 3d modeling, togheter with the GIS for the knowledge of Italian Cultural Heritage. This information system, developed by LabTAF in collaboration with CNR Laboratory “Geographic Information Systems for Cultural Heritage” (SIT BC), is based on a general cartographic framework and on databases especially structured. A session will be dedicated to the two FutureInResearch Projects, within the LabTAF, aimed at the reconstruction of the ancient landscape through new technologies related to the use of aerial photos. It will be possible to use stereoscopes for a three-dimensional reading of vertical aerial photos.


9:30 — 23:00

Dipartimento di Beni Culturali

Anna Trono

Presentazione del progetto internazionale QNeST- Quality Network for Sustainable tourism. ADRION Program


Stand di Ricerca Presentazione di progetti e supporto   Per tutti

Studium 2000

Evento su prenotazione
Info email: anna.trono@unisalento.it


La presentazione del progetto si propone di coinvolgere operatori e istituzioni locali culturali, ambientali, turistiche, enti pubblici e privati e quanti possano essere interessati e vogliano offrire il proprio contributo attivo ad un turismo di qualità per uno sviluppo sostenibile nelle regioni adriatico-ioniche e mediterranee.
Il Progetto prevede, infatti, la promozione di una scenario e di una politica adriatico-ionica per lo sviluppo di un nuovo turismo di qualità attraverso le seguenti attività:
– promozione del patrimonio culturale (natura, arte, artigianato, cibo, tradizioni) dei territori della Regione adriatico-ionica anche migliorando la loro accessibilità; – istituzione di una rete di operatori adriatico-ionici attivi nel conseguimento di un turismo sostenibile
– costruzione di un “marchio di qualità” ,rappresentativo degli standard di qualità per un turismo sostenibile, da attribuire a quanti si adoperano nella valorizzazione del patrimonio culturale materiale e immateriale e della dieta mediterranea
– stimolare la creazione e la promozione di una rete di qualità di attori e operatori economici della regione adriatico-ionica, attivi nel settore turistico o indirettamente ad esso collegati
– assicurare l’attuazione della strategia comune attraverso il lancio di iniziative dimostrative e innovative.

English text

Presentation of the project QNeST. – Quality Network on Sustainable Tourism” Adrion Program Priority Axis: n.2 "Sustainable Region“ Axis II SO 2.1 "Promoting the sustainable valorisation and preservation of natural and cultural assets as growth assets in the Adriatic-Ionian area".

The presentation of the project will involve the local cultural, environmental, tourist operators and institutions, public and private bodies and those who may be interested and want to offer their own active contribution to a quality tourism for a sustainable development in the Adriatic-Ionian and Mediterranean regions.

The Project foresees the launch of an Adriatic-Ionian vision and strategy for the development of new quality of tourism. It likes to improve and spread a common awareness on quality and sustainable tourism among different types of actors in Adriatic Ionian area; to manage the local seasonality demand of tourism through the design and implementation of joint de-seasonal solutions; to valorize the less well-known destinations through the fruition of new and updated routes between coastal areas and hinterland; to facilitate the start-up and enhancement of tourist services through the promotion of joint marketing activities and the exchange of good practices at local and transnational levels.
Its final aims is to promote the cultural heritage (nature, art, handicraft, food, traditions) of the territories of the Adriatic-Ionian Region and enhance their accessibility to set up an Adriatic-Ionian network of operators active in the promotion of sustainable tourism buiding a “quality brand” to be attributed to material and immaterial cultural heritage and the Mediterranean Diet.


18:00 — 23:00

Dipartimento di Beni Culturali

Claudia Minniti
Giuseppe Buccoliero
Margherita De Matteis
Sara De Girolamo
Younes Naime
Vito Prillo

Dalla Zoologia all’Archeologia


Stand di Ricerca Gioco di Ricerca Esperimenti per tutti Ricerca applicate e prototipo   Per tutti

Studium 2000


Cosa mangiavano nei tempi antichi? Dall’identificazione dei resti animali alla ricostruzione della dieta delle popolazioni antiche.
Mostra didattica: Illustrazione di alcune delle tecniche di studio dei resti animali che si rinvengono negli scavi archeologici. Consumo di carne, latte, lavorazione della lana: come ricavare l’informazione dal reperto osteologico? Come riconoscere il sesso degli animali dai resti scheletrici? Galline in cova: è possibile identificarle dallo scheletro?
Laboratorio sperimentale: Dimmi cosa mangiavi e ti dirò chi eri (come identificare la specie animale da un dente).

English text

From Zoology to Archaeology

What did people eat in antiquity? From the identification of animal remains to the understanding of the diet of ancient communities.
Exhibition: Illustration of some study methods of the animal remains that are found in archaeological excavations. Consumption of meat, milk, wool production: how to obtain information from osteological remains? How to identify the sex of animals from skeletal remains? Brooding hens: is it possible to identify them from the skeleton?
Experimental laboratory: Tell me what you were eating and I will tell you who you were being (how to identify the animal species from a tooth).


17:00 — 23:50

Dipartimento di Beni Culturali

Claudio Giardino

Archeologia sperimentale. La preistoria oggi


Stand di Ricerca Esperimenti per tutti   Per tutti

Studium 2000


Illustrazione delle attività del laboratorio. Esposizione dei materiali prodotti sperimentalmente. Dimostrazione pratica di scheggiatura della selce.

English text

Experimental archaeology. Prehistory today

Explanation of the laboratory activities. Exhibition of experimental archaeology productions. Practical display of flint chipping.


17:00 — 23:00

Dipartimento di Beni Culturali

Girolamo Fiorentino
Milena Primavera
Valentina Caracuta

Uomini e piante: dal passato al futuro


Stand di Ricerca Esperimenti per tutti Presentazione di progetti e supporto   Per tutti

Studium 2000


Verranno presentate le attività del Laboratorio di Archeobotanica e Paleoecologia con due formule distinte che hanno l’obiettivo di raggiungere target diversi:

  1. Una serie di dimostrazioni pratiche in cui verranno coinvolti i partecipanti attraverso l’uso di microscopi ed altre attrezzature da laboratorio per osservare i resti vegetali recuperati nel corso degli scavi archeologici;
  2. Una presentazione complessiva delle attività di ricerca del Laboratorio, in particolare nell’ambito di progetti internazionali H2020 (ERC AdG Sictransit; ERC CoG Plantcult; ERC StG RAINDROPS; Progetto di Cooperazione internazione Italia-Israele EMHILE) e nazionali (FIR Puglia: ELAION)
English text

Plants and Man: from the past to the future

The activities of the Laboratory of Archaeobotany and Paleoecology will be presented with two distinct formulas that aim to reach different targets:

  1. A series of practical demonstrations in which participants will be involved through the use of microscopes and other laboratory equipment to observe the plant remains recovered during the archaeological excavations;
  2. The presentation of the Laboratory’s research activities, in particular the international projects in which the L.A.P. is involved (ERC AdG Sictransit, ERC CoG Plantcult, ERC StG RAINDROPS, Italy-Israel EMHILE International Cooperation Project) and national (FIR Puglia: ELAION )

18:00 — 24:00

Dipartimento di Beni Culturali

Mario Lombardo, Grazia Maria Signore Archaeology from the Salento to the Eastern Mediterranean Sea. Research activities of the University of Salento.

L'archeologia dal Salento all'Oriente mediterraneo. Le ricerche dell'Università del Salento


Visita Museo   Per tutti

Studium 2000


L’apertura serale e le visite guidate gratuite del MUSA, museo che vanta un innovativo allestimento con reperti archeologici, riproduzioni di contesti antichi e multimedia, presenteranno le ricerche archeologiche condotte dall’Università del Salento nel territorio locale e in tante altre aree del Mediterraneo.

English text

Archaeology from the Salento to the Eastern Mediterranean Sea. Research activities of the University of Salento.

The evening opening hours and the free guided tours in the MUSA, a museum that exhibits, within an innovative set-up, archaeological finds, as well as reproductions of ancient contexts and multimedia, will offer a delive of the archaeological researches carried on by the University of Salento in local areas and in many other zones of the Mediterranean Basin.


19:00 — 22:30

Dipartimento di Beni Culturali

Lucinia Speciale
Manuela De Giorgi
Arianna Vena

MusViGa - Il Museo Virtuale di Gallipoli


Stand di Ricerca Visita Museo   Per tutti

Studium 2000


MusViGa presenterà la ricostruzione in 3D degli spazi espositivi e alcune schede del percorso di visita virtuale del Museo Diocesano di Gallipoli.

English text

MusViGa - The virtual museum of Gallipoli

MusViGa will present the virtual tour of the Diocesan Museum of Gallipoli.


18:00 — 22:00

Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche e Ambientali - DiSTeBA

Cinzia Gravili
Adriana Giangrande

Entrefish Project: Imprenditorialità per nuova occupazione e nuove competenze nelle PMI della pesca e dell’acquacoltura.


Angolo EU   Per tutti

Studium 2000


Il Progetto Entrefish intende rafforzare le competenze
imprenditoriali e manageriali nelle PMI rendendole piu’ forti e strutturate, aumentando l’occupazione giovanile, promuovendo la
pesca sostenibile e l’uso corretto delle risorse naturali, aumentando la visibilità e la qualità dei prodotti locali.

English text

Entrefish Project: Entrepreneurship for new employment and new skills in fishery’s and aquaculture’s SMEs.

The Entrefish Project intends to strengthen entrepreneurial and managerial skills in SMEs making them stronger and more structured, increasing youth employment, promoting the sustainable fishing and the proper use of resources natural, increasing the visibility and quality of the local products.


19:00 — 23:00

Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche e Ambientali - DiSTeBA

Sara Invitto

Processi neuro-cognitivi ed olfatto


Ricerca applicate e prototipo   Per tutti

Studium 2000


All’interno dello spazio laboratoriale aperto verranno descritte le ultime ricerche di frontiera sia in campo tecnologico che in campo di ricerca di base, applicate alle neuroscienze cognitive olfattive. Alcune di queste ricerche vengono svolte nel laboratorio di Anatomia Umana e Neuroscienze del DiSTeBA e nel Laboratorio sui ‘processi cognitivi e psicofisiologici dell’olfatto’ presso il DREAM Laboratorio Diffuso di Ricerca Interdisciplinare Applicata alla Medicina (Ospedale Vito Fazzi -Unisalento).

English text

Olfactory Cognition

Within the open laboratory space will be described the latest frontier research in both technology and basic research, applied to cognitive olfactory neuroscience. Some of these researches are carried out in the laboratory of Human Anatomy and Neuroscience of DiSTeBA and in the Laboratory on ‘Cognitive and psychophysiological processes of smell’ at the DREAM Diffuse Laboratory of Interdisciplinary Research Applied to Medicine (Vito Fazzi-Unisalento Hospital).


19:00 — 23:00

Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche e Ambientali - DiSTeBA

Stefano Piraino

Laurea magistrale in Biologia ed Ecologia Marina e Costiera


Stand di Ricerca Presentazione divulgativa Esperienze Multisensoriali Storie di ricercatori e scoperte   Per tutti

Studium 2000


Sei affascinato dal mondo marino? Ti piacerebbe conoscere e studiare gli oceani e le creature del mare? Progettato per gli studenti appassionati di vita marina ed ecosistemi, alla ricerca di un’elevata qualifica professionale a livello internazionale, il Master Course Coastal and Marine Biology and Ecology (CMBE) offre una formazione qualificata sulle scienze marine biologiche ed ecologiche fondamentali e applicate, finalizzate alla comprensione dei fenomeni a varie scale in ecosistemi costieri, di transizione e marini (vedi video su https://www.unisalento.it/web/10122/320). Questo è il primo corso di biologia marina in Italia interamente tenuto in inglese e l’unico a conseguire un doppio master con il recente accordo (marzo 2017) tra l’Università di Lille (Francia) e l’Università del Salento. Un tavolo sarà dedicato all’incontro ravvicinato con meduse vive che gli spettatori potranno toccare, sotto la guida degli studenti della laurea magistrale.

English text

Master Degree in Marine and Coastal Biology and Ecology

Are you fascinated by the sea world? Would you like to start a career as scientists of oceans and their inhabitants? Designed for students passionate of marine life and ecosystems, seeking for high professional qualification at international level, the Coastal and Marine Biology and Ecology (CMBE) Master Course delivers qualified education on fundamental and applied biological and ecological marine sciences, aiming at understanding of the phenomena at various scales in coastal, transitional, and marine ecosystems (see video at https://www.unisalento.it/web/10122/320). This is the first marine biology course in Italy entirely taught in English and the only one delivering a double Master degree by the recent agreement (March 2017) between the University of Lille (France) and the University of Salento. A section of the exhibition will be dedicated to see and touch live jellyfish, with the guidance of our students.


18:00 — 24:00

Dipartimento di Studi Umanistici

Immacolata Tempesta
Eugenio Imbriani
Salvatore De Masi

La comunicazione. Dalla ritualità alla violazione


Stand di Ricerca Gioco di Ricerca   Per tutti

Studium 2000


Partendo dalle competenze didattico-scientifiche dei referenti scientifici, l’evento si riferisce alla presentazione di un corpus, stampato e audiovideo, di strategie comunicative , culturali, linguistiche, multimodali, rispondenti ai criteri goffmaniani della ritualità della faccia e al principio di cooperazione di Grice. Si presenteranno varie testimonianze delle violazioni (ad es. situazioni di conflitto per mancanza di protezione dell’immagine sociale altrui), con gradi vari di riparazione (fino alla deviazione estrema che porta alla rottura sociale o a gravi alterazioni del rapporto sociale). Il lavoro si sofferma sugli aspetti sociolinguistici, antropologici, classici, dell’interazione strategica. Esso esamina i conflitti che derivano dalla mancanza del rispetto delle regole del gioco sociale; esso vuole offrire un decalogo di buone pratiche per non provocare attacchi alla faccia sociale di se stessi e degli altri.

English text

The communication. From rituality to violation

Starting from the didactic-scientific competences of scientific referents, the event refers to the presentation of a printed and audiovisual corpus of communicative, cultural, linguistic and multimodal strategies, responding to the Goffmanian criteria of rituality of the face and to Grice’s cooperation principle . Various testimonies of violations will be presented (eg situations of conflict due to lack of protection of the social image of others), with varying degrees of repair (up to the extreme deviation that leads to social breakdown or serious alterations in the social relationship). The work focuses on the sociolinguistic, anthropological, classical, strategic interaction It examines the conflicts deriving from the lack of respect for the rules of social play; it offers a handbook of good practices in order not to provoke attacks on the own and the others’ social face.


18:00 — 24:00

UniSalento - Coordinamento SIBA - Ripartizione Tecnica e Tecnologica

Adriana Bandiera

Archeologia, arte e scienza: acquisizione 3D per tutti


Visita Museo Ricerca applicate e prototipo Donne nella scienza   Per tutti

Studium 2000


I recenti progressi nelle tecnologie di acquisizione 3D e modelli di licenza innovativi hanno permesso a tutti di avvicinarsi al mondo della modellazione 3D di oggetti e ambienti. Questo evento punta a dimostrare come sia possibile realizzare modelli 3D a partire da fotografie digitali acquisite con telefoni cellulari o fotocamere. Alcuni esempi saranno visualizzati presso il teatro 3D del Coordinamento SIBA dell’Università del Salento.

English text

Archaeology, art and science: 3D acquisition for everyone

Recent progress in 3D acquisition technology and innovative licensing models have allowed everyone to join in the world of new creative media based on 3D acquisition of objects and environments. This special event shows how 3D models are created from strictly digital photographs acquired from cellular phones or SLR cameras. Some examples are demonstrated in the 3D virtual theater room of the University.


18:00 — 23:00

UniSalento - DReAM (Laboratorio diffuso di ricerca interdisciplinare applicata alla Medicina)

Michele Maffia

Attività di ricerca presso i Laboratori DReAM


Stand di Ricerca Storie di ricercatori e scoperte   Per tutti

Studium 2000


The DReAM deals with transferring basic research and technological innovation in medicine, from the laboratory to clinical practice

English text

DReAM Research Activities

The DReAM deals with transferring basic research and technological innovation in medicine, from the laboratory to clinical practice


18:30 — 23:00

UniSalento - Museo Papirologico

Maria Clara Cavalieri
Alberto Buonfino

Visita guidata al Museo Papirologico


Visita Museo   Per tutti

Studium 2000


Un affascinante viaggio nella storia della scrittura e della lettura nel mondo antico raccontata da alcuni preziosi frammenti papiracei vergati in scrittura greca, geroglifica, ieratica, demotica, copta e da altri supporti scrittori di provenienza egiziana.

English text

Guided tour of Museo Papirologico

A fascinating journey through the history of writing and reading in the ancient world narrated by some precious Greek, Hieroglyphics, Hieratic, Demotic and Coptic papyri and other writing materials coming from Egypt.


21:00 — 23:00

CNR-Nanotec-Lecce

Gabriella Zammillo - CNR-Nanotec

Come stanno le cose


Donne nella scienza Rappresentazione Teatrale   Per tutti

Teatro Paisiello - Lecce

Evento su prenotazione


“Come stanno le cose”, conferenza/spettacolo di e con il matematico Piergiorgio Odifreddi, è uno tra i migliori lavori che l’autore abbia prodotto e quello che egli stesso definisce “un libero adattamento in prosa dell’intero De rerum natura di Lucrezio insieme a una scelta dei brani più significativi e un piccolo apparato di note e commenti che mettono in evidenza le formidabili intuizioni scientifiche del poeta visionario”.
Un evento nell’evento con cui il Cnr Nanotec aprirà, al pubblico della ‘Notte della Ricerca’, la seconda edizione della rassegna divulgativa, “Jam session Nanotec: note di scienza su scala nanometrica”, un progetto di Gabriella Zammillo prodotto in collaborazione con Liberrima (http://nanotec.cnr.it/it/jamsession/) e col quale, raccontando “come stanno le cose”, radunerà umanisti e scienziati e vedrà gli studenti del 5° anno del Liceo Scientifico Banzi e del Liceo Scientifico C. De Giorgi di Lecce in alternanza scuola-lavoro presso il CNR NANOTEC, animatori entusiasti della notte. A condurre e moderare la serata, Marco Ferrazzoli, capo ufficio stampa dal CNR

English text

Come stanno le cose

“Come stanno le cose”, conference/show by and with the mathematician Piergiorgio Odifreddi, is one of the best works that the author has produced and what he himself defines “a free adaptation in prose of De rerum natura of Lucretius along with a choice of the most significant pieces and a small apparatus of notes and comments that highlight the formidable scientific intuitions of the visionary poet”.
An event in the event with which Cnr Nanotec will open the second edition “Jam session Nanotec: nano-scale science notes”, a dissemination project realized by Gabriella Zammillo, in collaboration with Liberrima (http://nanotec.cnr.it/it/jamsession/). “Come stanno le cose”, will involve humanists, scientists and students from the “Liceo Scientifico G.Banzi Bazoli” and the Liceo Scientifico “C. De Giorgi”, engaged in work-related learning
at Cnr Nanotec. Marco Ferrazzoli, head of the CNR Press Office, will conduct and moderate the event.


18:00 — 20:00

INFN sezione di Lecce

Andrea Ventura

Einstein & me


Donne nella scienza Rappresentazione Teatrale   Per tutti

Teatro Paisiello - Lecce

Evento su prenotazione


Monologo di Gabriella Greison (fisica, scrittrice e attrice), tratto dal romanzo “Einstein e io” della stessa autrice

English text

Einstein & me

Monologue by Gabriella Greison (physicist, writer and actress), based on the novel “Einstein e io” by the same author


18:00 — 24:00

Dipartimento di Ingegneria dell'Innovazione

Patrizia Bocchetta
Filippo Selleri

Il fascino della scienza in un breve percorso sensoriale attraverso l’elettrochimica, la matematica, l’arte e la fisica e l’archeologia.


Stand di Ricerca   Per tutti

Monastero degli Olivetani


L’esposizione dei temi di ricerca sarà affrontata in modo da cogliere immediatamente il fascino e l’utilità dell’elettrochimica nella vita di tutti i giorni. Open Science: obiettivo primario di questo contributo è trasmettere la bellezza della scienza attraverso il coinvolgimento sensoriale di bambini e ragazzi. Seguendo il percorso delle piccole attività proposte scopriranno che la matematica è divertente, che i colori esistono grazie alla fisica e alla chimica e che tutto questo è possibile perché l’uomo ha una sua storia e gli archeologi l’hanno scoperta.

English text

Il fascino della scienza in un breve percorso sensoriale attraverso l’elettrochimica, la matematica, l’arte e la fisica e l’archeologia.

The research themes will be proposed by focusing on the more fascinating and useful aspects of electrochemistry.
Open Science: The main aim of this contribute is to infuse the beauty of science through the sensorial involvement of children. By following the itinerary of the proposed activities they will discover that mathematics is fun, that colors exist thanks to physic and chemistry and that all of this is possible because man has a story and the archaeologists discovered it.