Taranto

19:00 — 21:00

Adriana Giangrande
Loredana Stabili
Caterina Longo

Remediation of Marine Environment and Development of Innovative Aquacolture


Ricerca applicate e prototipo   Professionisti/Aziende

Maricolturamargrande

Evento su prenotazione
Info email: adriana.giangrande@unisalento.it


Il progetto REMEDIA Life è stato sviluppato proprio per mitigare i suindicati effetti negativi sull’ambiente grazie all’efficacia di un sistema di Acquacoltura Mulitrofica Integrata (IMTA). Si
tratta di un sistema innovativo di allevamento basato su un nuovo set di organismi biorisanatori che oltre ai mitili e alle macroalghe include altri invertebrati resistenti allo stress come policheti e spugne la cui azione è più efficace rispetto all’uso dei soli molluschi. Inoltre, la presenza delle macroalghe è strategica in quanto per la prima volta viene sperimentata la loro coltivazione in Mediterraneo.
Tutti questi organismi mantenuti nelle vicinanze delle gabbie di allevamento dei pesci crescono senza alcuna aggiunta di cibo perché si “nutrono” dei rifiuti dell’allevamento, sottraendo il surplus organico (batteru, fitoplancton tossico e sostanza organica) e inorganico (sali di azoto e fosforo) che andrebbero ad aumentare il carico inquinante delle acque circostanti. In questo modo un rifiuto viene trasformato in biomassa utilizzabile in un’ottica di “economia circolare”.
Con questo progetto si vuole dimostrare che la policoltura anziché la monocoltura è più efficace e realizzabile in un ambiente confinato e che il sistema può condurre a un corretto sfruttamento dei rifiuti derivanti dall’allevamento ittico.
Ad ogni ciclo produttivo, oltre alle specie ittiche, saranno prodotti mitili/ostriche, anellidi policheti, macroalghe e spugne. La diversificazione della produzione può rappresentare un valore aggiunto per l’impresa, aprendo nuovi mercati in relazione alla commercializzazione delle biomasse non eduli che rappresentano un sottoprodotto di alto valore commerciale.

English text

Remediation of Marine Environment and Development of Innovative Aquacolture

The REMEDIA Life project was developed to mitigate the negative effects on the environment thanks to the effectiveness of an Integrated Mulitrophic Aquaculture system (IMTA). With this project we want to show that polyculture rather than monoculture is more effective and achievable in a confined environment and that the system can lead to a proper exploitation of waste
deriving from fish farming.
This is an innovative breeding system based on a new set of bioremediatory organisms that, in addition to mussels and macroalgae, includes other stress-resistant invertebrates such as polychaetes and sponges whose action is more effective than the use of molluscs only. Furthermore, the presence of macroalgae is strategic because for the first time their cultivation in the Mediterranean is experimented. All these organisms kept in the vicinity of the fish breeding cages grow without any additional food because they “feed” from the wastes, subtracting the organic surplus (bacteria, toxic phytoplankton and organic substance) and inorganic (nitrogen and phosphorus ) that would increase the polluting load of the surrounding waters. In this way wastes are transformed into biomass that can be used in a “circular economy” perspective.
At each productive cycle, in addition to the fish species, mussels / oysters, Annelida polychaetes, macroalgae and sponges will be produced. The diversification of production can represent an added value for the company, opening up new markets in relation to the marketing of non-edible biomass that represent a by-product of high commercial value.


20:00 — 23:00

Prof. Giovanni Buccolieri

Gli “Ori di Taranto” ai raggi X


Presentazione divulgativa Esperimenti per tutti   Per tutti

MArTA - Museo Archeologico Nazionale di Taranto - Sala Incontri


La città di Taranto divenne intorno al IV secolo a.C. una delle città più importanti della Magna Grecia. Tra il IV e il II secolo a.C. diversi laboratori orafi, attivi in città, hanno prodotto gioielli di ottima qualità. In particolare, la decorazione, effetti di colore (realizzata con l’uso di smalti) sono stati applicati ad una gamma tipicamente locale di forme. Fortunatamente, molti di questi oggetti sono stati recuperati e sono conservati nel Museo Archeologico Nazionale di Taranto (MArTA) e sono conosciuti come “Ori di Taranto”. I manufatti d’oro conservati nel museo sono capolavori assoluti della metallurgia ellenistica e, probabilmente, di tutta la storia dell’arte. Il loro valore non sta solo in competenze tecniche di esecuzione, ma anche nell’applicazione di colore (policromia). Nella presentazione saranno mostrate tecniche analitiche non distruttive per lo studio dei manufatti in oro presenti nel Museo MArTA.

English text

“Ori di Taranto” through X-Rays

Taranto became one of the most important cities of Magna Graecia around the IV century BC. Between the 4th and the 2nd century BC several goldsmith workshops, which produced jewels of excellent quality, were active in the town. The craftsmen skilfully reproduced Greek metalwork patterns through their own original reinterpretation. In particular, naturalistic decoration and color effects (realized with the use of enamels) were applied to a typically local range of shapes.
Fortunately, many of these ancient objects have been recovered and are preserved in the National Archaeological Museum (MArTA) of Taranto, Italy and they are known as “Ori di Taranto”.
The gold manufacts preserved in the museum are absolute masterpieces of Hellenistic metallurgy and, probably, of all the history of art. Their value lies not only in technical skills of execution, but also in the application of color (polychrome).
In the present work non-destructive and in situ analytical techniques are shown in order to study the precious artifacts in gold present in the MArta Museum.


20:00 — 23:00

Dott. Lorenzo Mancini

Dallo scavo all'allestimento


Presentazione divulgativa Storie di ricercatori e scoperte   Per tutti

MArTA - Museo Archeologico Nazionale di Taranto - Sala XIII


Come lo studio della documentazione di scavo e il confronto fra diverse categorie di fonti
possono tradursi, attraverso un lavoro d’équipe coinvolgente varie professionalità, in una proposta di
allestimento in grado di restituire il contesto d’uso di manufatti la cui comprensione da parte del visitatore
risulterebbe altrimenti difficile.

English text

From the Excavation to the Exhibition

How the recovery of the archaeological data and the comparison between different
sources of information can result in a new exhibition setting up involving several professional profiles and
enabling the visitor to understand the original context of use of an ancient artifact.


20:00 — 23:00

Dott.ssa Anna Consonni

Il Museo e la Città: educazione al patrimonio e ricerca


Presentazione divulgativa Presentazione di progetti e supporto   Per tutti

MArTA - Museo Archeologico Nazionale di Taranto


Un’esposizione dei frutti della collaborazione tra il MArTA e gli Istituti scolastici della città e del territorio.

English text

The Museum and The City: Heritage Education and Research

A presentation of the results obtained through the partnership between the Museum and local Schools


20:00 — 23:00

Prof. Girolamo Fiorentino

Il mondo delle piante tra scienza e immagini


Visita Laboratori Visita Museo Ricerca applicate e prototipo   Per tutti

MArTA - Museo Archeologico Nazionale di Taranto - Aula didattica


Plants World between Science and Images Un’attività in collaborazione con il Prof. Girolamo Fiorentino (Lab. di Archeobotanica e Paleoecologia – UniSalento) che mira a spiegare lo studio dei resti vegetali in laboratorio e una visita guidata alla scoperta di frutti e fiori sui reperti del MArTA.

English text

Plants World between Science and Images

An activity in collaboration with Prof. Girolamo Fiorentino (Archaeobotany and Paleoecology Lab – UniSalento) which is meant to explain how vegetal remains are studied in labs and a museum visit to discover ancient flowers and plants in the MArTA collection


20:30 — 23:00

Dott.ssa Annarosa Gallo

Attenzione, ricerche in corso! I segreti di un'epigrafe


Presentazione divulgativa Storie di ricercatori e scoperte   Per tutti

MArTA - Museo Archeologico Nazionale di Taranto - Sala XIV


Un’occasione per presentare alcune ricerche in corso al MArTA da parte della dott.ssa Annarosa Gallo (UniBA) nel campo dell’epigrafia latina

English text

Attention, Researchers at Work! The Secrets of an Inscription

An opportunity to present the ongoing research activities of Ph.D. Annarosa Gallo (University of Bari) at MArTA Museum in the field of Latin Epigraphy


20:00 — 22:30

Dott. Francesco Meo

Attenzione, ricerche in corso! Di porpora e d'oro


Presentazione divulgativa Storie di ricercatori e scoperte   Per tutti

MArTA - Museo Archeologico Nazionale di Taranto - Sale espositive


Verranno illustrati i nuovi dati che stanno emergendo sulle produzioni tessili tarantine e in particolare su alcuni reperti conservati in Museo, grazie a un metodo di studio che integra le fonti scritte alle più moderne tecniche di analisi.

English text

Attention, Researchers at Work! Of Purple and Gold

An opportunity to present the ongoing research activities of Ph.D. Francesco Meo (University of Salento) at MArTA Museum in the field of Classical Archaeology


21:00 — 23:00

Dott. Luca Di Franco in collaborazione con l’ISCR

Colori nascosti


Presentazione divulgativa Storie di ricercatori e scoperte   Per tutti

MArTA - Museo Archeologico Nazionale di Taranto - Sala Multimediale


L’attivazione di una collaborazione tra il MArTA e l’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro ha consentito di ospitare tre tirocinanti coinvolti in un progetto di pulitura e analisi di alcuni reperti in pietra tenera, carparo e marmo di epoca ellenistica e romana. L’applicazione di alcune analisi non invasive ha consentito di rivelare dettagli nuovi e inaspettati che aprono interessanti prospettive di studio e ricerca

English text

Hidden Colours

The co-operation between MArTA Museum and the Central Institute for Conservation led to the commitment of three young apprentices in cleaning and analysing significant soft stone and marble objects from the Ellenistic and Roman Periods. The application of non-invasive procedures allowed to reveal new and unexpected details widening the range of study and research possibilities.


10:00 - 13:00

Dipartimento Jonico-Sede di Giurisprudenza

Prof. Bruno Notarnicola
Prof. Nicola Fortunato

Come di producono e brevettano i risultati della ricerca


Presentazione divulgativa   Studenti Adulti

Dipartimento Jonico-Sede di Giurisprudenza


Come si producono e brevettano i risultati della ricerca

English text

How research results are produced and patented

How research results are produced and patented


14:15 - 16:15

Dipartimento Jonico - sede di Giurisprudenza

Prof. Bruno Notarnicola
Prof. Nicola Fortunato

Il Contributo della ricerca scientifica allo sviluppo del territorio jonico


Presentazione divulgativa   Studenti Adulti

Dipartimento Jonico - sede di Giurisprudenza


Il Contributo della ricerca scientifica allo sviluppo del territorio jonico

English text

The Contribution of scientific research to the development of the Ionian territory

The Contribution of scientific research to the development of the Ionian territory


16:15 - 17:15

Dipartimento Jonico - sede di Giurisprudenza

Prof. Bruno Notarnicola
Prof. Nicola Fortunato

Il tessuto produttivo jonico per lo sviluppo della ricerca


Presentazione divulgativa   Studenti Adulti

Dipartimento Jonico - sede di Giurisprudenza


Il tessuto produttivo jonico per lo sviluppo della ricerca

English text

The Ionian productive fabric for the development of research

The Ionian productive fabric for the development of research


17:45 - 19:15

Dipartimento Jonico-Sede di Giurisprudenza

Prof. Bruno Notarnicola
Prof. Nicola Fortunato

Le istituzioni Joniche per lo Sviluppo della ricerca


Presentazione divulgativa   Studenti Adulti

Dipartimento Jonico-Sede di Giurisprudenza


Le istituzioni Joniche per lo Sviluppo della ricerca

English text

The Jonian institutions for the research development

The Jonian institutions for the research development


21:00 - 24:00

Dipartimento Jonico-Sede di Giurisprudenza

Notte bianca con Dj Andrea Rucci


  Per tutti

Dipartimento Jonico-Sede di Giurisprudenza