Bari

23 settembre-Dipartimento di Farmacia-“Targeting immunometabolico della glutamina sintetasi nel carcinoma ovarico” della prof. ssa Alessandra Castegna


location icon Dipartimento di Farmacia - presso il Campus E. Quagliariello in via Orabona, 4


time icon

10:30

arrow icon

13:30


Il Tumore dell’Ovaio è il tumore ginecologico con il più alto tasso di mortalità, circa il 70% a 5 anni dalla diagnosi. Nel 2017 sono stati diagnosticati 225 mila nuovi casi in tutto il mondo (il trend è in aumento), di cui 61mila i Europa e 5mila in Italia.
Da un punto di vista istologico sono conosciuti almeno quattro istotipi principali: sieroso, mucinoso, endometrioide e a cellule chiare.
Il più comune istotipo è l’adenocarcinoma sieroso di alto grado (HGSOC) che annovera circa il 70% di tutti i casi di tumore ovarico epiteliale (90% di tutti i tumori ovarici). L’HGSOC pur presentandosi con un quadro clinico che lo distingue dagli altri viene trattato allo stesso modo degli altri. Quasi tutte le pazienti ricevono una diagnosi quando oramai la malattia è in uno stadio molto avanzato.
Gli unici biomarcatori approvati dalla FDA sono il CA125 e l’HE4, anche se il loro valore predittivo è limitato, poichè non sono tumore nè gender specifici.
 La diagnosi precoce e la possibilità di aumentare la sopravvivenza delle pazienti affette da HGSOC è al giorno d’oggi una sfida per il mondo della ricerca.

English version

Immunometabolic targeting of glutamine synthetase in ovarian cancer

Ovarian cancer is the gynecological cancer with the highest mortality rate, about 70% 5 years after diagnosis. In 2017, 225,000 new cases were diagnosed worldwide (the trend is increasing), of which 61,000 were in Europe and 5,000 in Italy.
From a histological point of view, at least four main histotypes are known: serous, mucinous, endometrioid and clear cell.
The most common histotype is high-grade serous adenocarcinoma (HGSOC) which accounts for about 70% of all cases of epithelial ovarian cancer (90% of all ovarian tumors). The HGSOC while presenting itself with a clinical picture that distinguishes it from the others is treated in the same way as the others. Almost all patients receive a diagnosis when the disease is at a very advanced stage.
The only biomarkers approved by the FDA are CA125 and HE4, although their predictive value is limited, as they are not specific tumor or gender.
Early diagnosis and the possibility of increasing the survival of patients with HGSOC is a challenge for the research world today.