Lecce

Partecipare la ricerca… si puo’


location icon Monastero degli Olivetani


time icon

18:00

arrow icon

23:00


Per anni la principale modalità di relazione tra scienza e società è stata quella unidirezionale: trasmettere alla politica e alla società una conoscenza obiettiva e affidabile da parte degli scienziati.
Nei contesti di ambiente e salute (smaltimento dei rifiuti, questione energetica, cambiamenti climatici, impatti di impianti industriali, diffusione di malattie o agenti patogeni in agricoltura etc.) questo modo di relazione unidirezionale sembra essere inadeguato
I motivi sono da ricercare nella fondamentale incertezza prodotta dalle limitate conoscenze dei processi ecologici ed umani, nell’indeterminismo dei sistemi dinamici complessi, nelle scelte umane che impattano sulla biosfera e aumentano il livello di incertezza e imprevedibilità. I problemi ambientali e di salute includono saperi che provengono da ambiti scientifici differenti: ogni disciplina entra in gioco analizzando in profondità un singolo aspetto ma nessuno di questi in sé porterà alla comprensione del sistema intero.
E’ possibile mettere in atto altri modelli di relazione? Dalla teoria alla pratica: la ricerca partecipata svolta di in una città della Puglia ci suggerisce di si!

English version

Participate in the research... You can

In the contexts of environment and health (waste disposal, energy issue, climate change, impacts of industrial plants, spread of diseases or pathogens in agriculture etc.) the traditional one-way communication from experts with knowledge to publics does not work anymore.
The reasons are to be found in the fundamental uncertainty produced by the limited knowledge of ecological and human processes, in the indeterminism of complex dynamic systems, in the human choices that impact on the biosphere and increase the level of uncertainty and unpredictability. Environmental and health problems include knowledge that comes from different scientific fields: each discipline comes into play analyzing in depth a single aspect but none of these in itself will lead to an understanding of the whole system.
Is it possible to implement other relationship models? From theory to practice: the participatory research carried out in a city of Puglia suggests we do!