Taranto

Gli “Ori di Taranto” del Museo Archeologico MArTA di Taranto: misure non distruttive in situ


location icon Museo Archeologico -Taranto


time icon

09:30

arrow icon

13:00


La città di Taranto divenne intorno al IV secolo a.C. una delle città più importanti della Magna Grecia. Tra il IV e il II secolo a.C. diversi laboratori orafi, attivi in città, hanno prodotto gioielli di ottima qualità. In particolare, la decorazione, effetti di colore (realizzata con l’uso di smalti) sono stati applicati ad una gamma tipicamente locale di forme. Fortunatamente, molti di questi oggetti sono stati recuperati e sono conservati nel Museo Archeologico Nazionale di Taranto (MArTA) e sono conosciuti come “Ori di Taranto”. I manufatti d’oro conservati nel museo sono capolavori assoluti della metallurgia ellenistica e, probabilmente, di tutta la storia dell’arte. Il loro valore non sta solo in competenze tecniche di esecuzione, ma anche nell’applicazione di colore (policromia). Nella presentazione saranno mostrate tecniche analitiche non distruttive per lo studio dei manufatti in oro presenti nel Museo MArTA.

English version

“Ori di Taranto” in the MArTA museum of Taranto: non-destructive analysis in situ

Taranto became one of the most important cities of Magna Graecia around the IV century BC. Between the 4th and the 2nd century BC several goldsmith workshops, which produced jewels of excellent quality, were active in the town. The craftsmen skilfully reproduced Greek metalwork patterns through their own original reinterpretation. In particular, naturalistic decoration and color effects (realized with the use of enamels) were applied to a typically local range of shapes.
Fortunately, many of these ancient objects have been recovered and are preserved in the National Archaeological Museum (MArTA) of Taranto, Italy and they are known as “Ori di Taranto”.
The gold manufacts preserved in the museum are absolute masterpieces of Hellenistic metallurgy and, probably, of all the history of art. Their value lies not only in technical skills of execution, but also in the application of color (polychrome).
In the present work non-destructive and in situ analytical techniques are shown in order to study the precious artifacts in gold present in the MArta Museum.